Teramo 2014 2114 – L’alba di un nuovo corso

Volevo approfittare del nostro spazio per condividere con tutti i teramani veri l’alba di un nuovo corso della pubblica amministrazione cittadina. Da sempre criticata per la mancanza di sensibilità nei confronti delle realtà sportive calcistiche della nostra amatissima Teramo ci ha finalmente regalato quell’inversione di tendenza, quel segnale fortissimo, che tutti aspettavamo.
Possiamo annunciare che Teramo è come tutte le altre città dove finalmente TUTTI “senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” possono fare ed insegnare calcio in maniera dignitosa.
Oggi, incredibile ma vero, tutte le società sportive possono disporre di un loro campo di calcio perfettamente a norma e con un bellissimo(?) tappeto verde(?)… dalle scuole calcio di vecchia data a quelle di ultimissima ora, nate dal nulla (e forse anche per ripicca) che, sempre grazie al nostro sindaco, al nostro assessore alla sport, non hanno nemmeno dovuto soffrire un pochino per ottenere, a livello di infrastrutture, il meglio da questa città addirittura senza dover pagare salatissimi affitti per stadi padronali, ma si sa… nella vita ci vuole CULO e bisogna SAPER nascere nel posto giusto al MOMENTO GIUSTO.
Una bellissima cosa che sono certo verrà apprezzata da chi ama veramente i nostri amatissimi colori, il biancorosso… con sfumature di blumarronegiallofuscsiaarancioverdeblucobalto.
Saranno contentissime anche il brescia, la roma, il parma, la juve, l’inter, il milan, ecc. che le loro affiliate riusciranno finalmente a produrre con importante continuità campioncini in erba “sintetica” da consegnare loro su di un piatto d’argento per nuove e fantastiche vittorie e graditissime plusvalenze.
Dicevamo TUTTE ma forse abbiamo esagerato, proprio tutte tutte NO, qualcuna, UNA per la precisione, è rimasta fuori dalla festa ma evidentemente l’esclusa è poco importante e non porta lustro alla nostra città per cui è anche giusto che continui a far sbucciare le ginocchia ai propri sfigatissimi iscritti in campi di patate e spogliatoi indecorosi e pieni di topi. Ma riflettendoci bene chi dal 1913, ovvero da 101 anni, è abituato alla precarietà e all’elemosina può benissimo continuare su questa linea, chi nasce mendicante è giusto che continui umilmente a mendicare… fino alla morte.
Buona stagione a tutti voi, fabbrica di campioni e ancora grazie a chi amministra in maniera equa e disinteressata la nostra bellissima città !!!
FORZA TERAMO (se non si offende nessuno) e FORZA MAGICO TERAMELLO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *