Pisa – Teramo 3-1 Il report del Piviere – non C siamo…..

Sconfitta prevedibile ma tutto sommato eccessiva nel punteggio che non rispecchia l’andamento di una partita che ha comunque mostrato un doppio Teramo.
Quello del primo tempo decisamente inguardabile con i giocatori in completa balia di un avversario che sia tecnicamente che nelle individualità si è dimostrato di categoria superiore.
Quello del secondo tempo molto meglio…grintoso, propositivo e per nulla intimorito. Gestione della gara in nostro possesso per tutti e 45 i minuti e con un paio di colossali occasioni da gol mancate per la bravura del portiere avversario. Solo che purtroppo quanto sei nettamente inferiore nella qualità degli uomini (almeno questo è sembrato) non basta giocare. Ci vuole anche culo e il culo oggi è clamorosamente mancato altrimenti il pareggio, con una buona dose di ottimismo, ci poteva anche stare.
La sconfitta brucia, come tutte le sconfitte, ma non credo sia il caso di fare drammi, aspettiamo il confronto diretto con squadre alla nostra portata che ci potrà dare indicazioni molto più veritiere.
Qualche campanello d’allarme però non può e non deve essere sottovalutato. Tre gol presi da calcio da fermo (che non deve essere una scusante ma una aggravante) mettono in evidenza, come già abbondantemente segnalato dai primi di Agosto, una difesa ”da rivedere”….Speranza a parte che da solo ha l’ingrato compito di marcare gli avversari e tamponare le falle assurde create da un Diakitè veramente scandaloso
Qualcuno dirà che questo giocatore è stato messo nel mirino. FALSO…a noi di questo giocatore in quanto tale non frega un cazzo. Noi guardiamo le partite (rischiando infarti) e sul miracolo di Serraiocco, per esempio, abbiamo avuto modo di “apprezzare” che tutto è nato da un avversario che lo ha saltato in piena area come un birillo. Così come abbiamo avuto modo di “apprezzare” l’assurda giocata difensiva fatta sull’ultimo rigore causato dal povero Speranza , guardate attentamente come finisce miseramente col culo per terra lasciando campo libero all’avversario……e per non parlare dei tre mancati stop di palla che al confronto potrebbero sembrare poca roba.
Un centrale serio non deve essere affetto da labirintite acuta ma deve saper stoppare la palla, avere un minimo di senso della posizione ed una innata predisposizione all’anticipo….ma soprattutto essere padrone assoluto dell’area che deve difendere con le buone o con le cattive.
Sarà pure, come ho sentito dire, che si tratta di un giocatore dalla struttura fisica particolare che entra in forma in ritardo ma non credo proprio che abbiamo tempo di aspettare fino alla decima di ritorno. O lo svegliate con una secchiata di acqua gelata ADESSO oppure saranno cazzi amari per tutti noi….. a partire già da sabato prossimo….
Premetto che sono il primo a riconoscere che una piazza come la nostra non può e non deve pretendere un centrale difensivo alla David Luiz ma è altrettanto vero che uno all’altezza di Speranza lo meritiamo eccome…..è ovvio che Diakitè non è il solo problema di questa squadra ma al momento è sembrato quello più evidente
Detto questo…nulla è perduto e sotto con la prossima …..FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *