Lucchese – Teramo 0-0 Il Report del Piviere – LA PORTA…

L’importante era non perdere… ovvio…. anche perché se vuoi vincere quella sfera di cuoio, apparentemente di pochi grammi, che riusciamo brillantemente a gestire per 90 minuti su 94 la si dovrebbe indirizzare verso la PORTA ovvero quei due pali verticali “…piazzati equidistantemente dalle bandierine d’angolo e sormontati da una barra trasversale, detta traversa…”
Il colore bianco delle sbarre non è scelto a caso ma dovrebbe garantire, strategicamente parlando, una perfetta visibilità dello “specchio” nel quale cercare di infilare, a velocità abbastanza sostenuta, quella cazzo di palla evitando il più possibile il portiere avversario. Cercare di colpirlo non da diritto ad alcun bonus o peggio ancora tirare al di sopra della barra trasversale avrà un suo “perché” all’aquila ma non certo a Teramo, quindi a mio modesto avviso è inutile insistere.
Come non è sufficiente, per vincere la partita, prendere il pallone dalla propria area, ammaestrarlo brillantemente fino alla trequarti avversaria per poi consegnarlo al nemico in tutta umiltà…
Chiariti alcuni concetti base del gioco del calcio che sembrano sfuggire alle nostre “bocche da fuoco” c’è da dire che non è mai facile vincere soprattutto se uno dei due centravanti pretende di giocare tutta la partita con le ”infradito”… scelta sbagliata perchè con le ciambelle non si riesce a dare forza al pallone e soprattutto non è possibile indirizzarlo nella giusta direzione quando ti capita di essere da solo davanti alla porta.
Comunque sia due trasferte giocate molto bene e i quattro punti persi sono la dimostrazione lampante che con la giusta dose di cattiveria sotto porta la quota salvezza già fine Novembre sarebbe stata molto più vicina. Peccato.
Anche oggi avversario controllato alla grandissima con una linea difensiva impeccabile orchestrata dall’immenso Speranza, mostruoso come al solito. Ottimo anche Diakitè che a parte un paio di momenti convulsi ha sfoderato prestazione da applausi, Perrotta bravino ma anche nel suo ruolo continua a dare l’impressione di uno capitato lì per puro caso, Masullo bravo, Scipioni indomito guerriero, Tonti miracoloso oltre che decisivo… e per uno che sembra giocare con i guanti saponati sa di MIRACOLATO.. Cenciarelli sui suoi abituali livelli, faraonico, Di Paolantonio… il cavallo mio si danna l’anima ma anche lui è vittima degli attacchi di panico alla vista della porta avversaria… Amadio ordinato e ragionatore (ma a livello di peso a centrocampo non sarebbe in grado di vincere un contrasto nemmeno contro Paperino…forse se la potrebbe giocare contro Nonna Papera).
Aggiustata la fase difensiva è un vero peccato constatare che ci si sta ammosciando la coppia d’attacco… Lapadula ancora in mano a cristo (spero solo per condizione fisica e non mentale) e Donnarumma … quello con le infradito che si mangia l’immangiabile, Hannibal the Cannibal!
Da segnalare anche il momento “tenerezza” regalato da Vivarini… l’ingresso di Buonaiuto, il “dribblomane triste”, partecipazione che non ha dato i frutti sperati ma in compenso il ragazzo si è molto divertito, già dai primi dribbling (tentati e naturalmente non riusciti) gli occhi del funambolo campano brillavano di contentezza… in effetti non vedo il perché dovremmo negargli una gioia così grande.
Quando poi deciderà (sempre in tutta calma) di diventare decisivo, magari con un golletto da tre punti in pieno recupero cercando di sfruttare al meglio il PIEDE, l’arnese principale del suo mestiere, lasciando a riposo la lingua che non genera gol ma solo danni… ci ritaglieremo anche noi, umili tifosi, una fetta di contentezza… fino ad allora … appena ti verrà data la possibilità «corri, Forrest, corri» e sii felice.
Per un attimo ho creduto di poter vincere con un autogol spettacolare del neo entrato SanTERAMO, sarebbe stato bellissimo ma forse anche imbarazzante… sicuramente difficile da spiegare.
Sabato o Domenica (appena possibile fatemelo sapere) arriva il Prato, la vittoria e’ fo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *