A volte ritornano… – …e noi anche

Dopo mesi di letargo dove i mammiferi obesi riposano le loro flaccide membra e la sudaticcia pappagorgia giunge il giorno del grande risveglio e come d’incanto eccoli tornare all’attacco del Presidente Campitelli… con tutti i loro chili (per lo più di merda) prendono a pretesto la prima “difficoltà” o la prima “debolezza” utile per infilare la loro pachidermica figura.
Da perfetti sciacalli approfittano delle situazioni favorevoli per attaccare chi ha dalla sua risultati sportivi, capacità imprenditoriale e il 99,9% di gradimento della piazza biancorossa. Uno dei Presidenti più amati, rispettati e vincenti della nostra centenaria storia fatto oggetto di vergognose offese personali, allusioni irriguardose da parte di chi non ha nulla a che spartire con il giornalismo, la Teramo Calcio e la Teramo sportiva.
Il problema “congiuntivi”, che tanta ilarità suscita in questi mammiferi, a Teramo è stato da sempre il tallone d’Achille di molti.
Sindaci, assessori, presidenti vari e tanti illustri rappresentati del potere economico hanno dato sfoggio di carenze di non poco conto sotto questo aspetto… ma nessuno degli obesi pennivendoli di turno lo ha mai fatto notare né indirettamente né tantomeno direttamente. Palese vigliaccheria. Ma non è una novità.
Il lavoro ai fianchi che sta ricominciando nei confronti di Campitelli non trova giustificazione alcuna se non quella di un ritorno di fiamma di vili questioni di carattere personale. Figure scialbe che trovano il “pulpito” naturale in un palcoscenico televisivo che da sempre è stato spina nel fianco di una dirigenza vincente ma che probabilmente ha dato fastidio. In che termini è facile intuirlo.
Prima o poi chi è oggetto di così tante “attenzioni” si romperà le palle, probabilmente preferirà tornare ad occuparsi di altro. La Teramo calcio (e non solo) perderà una figura importante che di fatto ne ha segnato la storia e il calcio teramano si vedrà costretto a ricominciare da Favale (noi saremo anche li… ma senza usurpare titoli a nessuno) in attesa di qualcuno in grado di fare meglio… che ad occhio e croce dovrebbe essere il vincere 5 campionati in cinque anni e portarci in B nel corso del sesto. Impresa alla portata di chiunque sappia usare bene i congiuntivi e che soprattutto vada a genio a certi pennivendoli extra large
Da parte nostra schifiamo certi atteggiamenti che oltre a non rappresentare il sentimento della tifoseria teramana, non fanno e non faranno mai il bene della Teramo calcio.
Per quello che ci compete non siamo e mai saremo teneri con nessuno, continueremo a fare della critica anche feroce ma sempre costruttiva, a porre in evidenza tutti gli aspetti che riteniamo migliorabili e a dare risalto, nei limiti delle nostre possibilità, a situazioni che riteniamo una minaccia per il futuro della Teramo Calcio……onere ed onore che ci accolliamo, oltre che per lo sconfinato amore per i colori biancorossi, anche in considerazione del fatto che chi lo dovrebbe fare per mestiere non è credibile in quanto mosso da bel altri vili obiettivi.
Sulla Teramo Calcio diciamo solo che non riusciamo a comprendere il perché tesserati e dirigenti continuino imperterriti a dare “lustro” a certe trasmissioni. Non capiamo dov’è la necessità di presenziare a questi squallidi teatrini se l’intenzione (o la linea societaria) è quella di subire le offese in religioso silenzio. Non ci sembra un atteggiamento estremamente salutare ma se vi piace continuate pure.

FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *