Grosseto – TERAMO 0-1 – Non ci fermerete mica voi…

I magnifici orchestrali in maglia biancorossa anche oggi ci hanno regalato l’ennesima sublime sinfonia…
Un meraviglioso insieme che “suona” a memoria e che sa regalarci emozioni vere…
Il percorso di maturazione è stato definitivamente compiuto, oggi era una partita da vincere, indipendentemente dall’avversario, indipendentemente dal campo di patate sul quale siamo stati costretti a giocare.
Se sei una squadra modesta gli stimoli li trovi solo contro Ascoli e Pisa… se sei UNA GRANDE SQUADRA gli stimoli li cerchi e li trovi anche al tristissimo e grigissimo “Zecchini “ di Grosseto. E noi siamo UNA GRANDE SQUADRA a tutti gli effetti!
E’ stata dura ma vinta con merito assoluto. Il cambio dell’allenatore aveva scosso un ambiente che considerava la partita di oggi come quella della svolta. Non era facile vincere come non è facile vincere per nessuno in un campionato così equilibrato ma AL COSPETTO DEL DIAVOLO, questo rabbioso DIAVOLO dalle palle d’acciaio, l’impresa è ardua per tutti.
Tutti su altissimi livelli, tutti bravissimi con una difesa impenetrabile… ennesima ottima prova di CAIDI puntuale, preciso ed attento impegnato per novanta minuti a fare a sportellate con il “pari altezza” grossetano… un duello d’alta quota, ovviamente stravinto senza eccessivi affanni.
Così come da ovazione è stata la prestazione di uno SPLENDIDO Perrotta. Gol a parte, giudichiamo la prestazione nel suo insieme, una nuova vita per il difensore più “offeso e fischiato” della storia del calcio teramano… un giocatore nuovo, un valore aggiunto, che accogliamo a braccia aperte. SOPRAVVISSUTO alla grande.
Ottimo anche il primo tempo di Di Matteo, un paio di accelerazioni da categoria superiore dimostrano che nel momento in cui riuscirà a garantire l’apporto costante per tutti e novanta i minuti il salto di qualità della truppa biancorossa sarà imponente.
Società e squadra rispondono, adesso tocca al Forlì… IL SOGNO è alla nostra portata come quasi poche volte accaduto da 100 anni a questa parte e TERAMO non può e non deve far finta di niente.
Il momento è speciale, questa squadra è speciale e travolgente deve essere il nostro entusiasmo. Facciamoci trovare pronti. Sabato il Bonolis deve ruggire come ruggiva il Vecchio Comunale nei momenti decisivi. Indipendentemente dall’avversario. La settimana deve ribollire di passione e di biancorosso.
Le sensazioni sono più che positive. Forse per la prima volta non abbiamo nulla da perdere al contrario dei giganti dai piedi d’argilla che barcollano alla grande. I grandi nomi si stanno squagliando come neve al sole… pensavano di aver fatto il vuoto, ma la classifica dice altro e le loro gambe tremano, i super ingaggi pesano sulla coscienza, in parole povere hanno tanta PAURA!
Noi ci siamo e ci saremo fino alla fine e non molleremo di un solo centimetro, chi vuole la B dovrà sudarsela alla grande e non basteranno le palate di euro a disposizione di certe piazze… servirà “solo” fare meglio sul campo del GRANDE TERAMO, facile no???

Piedi per terra, massima umiltà ma coccia bassa e passo di carica.

TUTTI UNITI NON AVREMO LIMITI…mai come questa volta…

AVANTI DIAVOLO 1913
FORZA MAGICO TERAMO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *