ANCONA vs TERAMO – PRESENTAZIONE DELLA GARA – Ma chi c… è Angelina Jolie??????

La società nacque in origine nel 1905 con la denominazione diUnione Sportiva Anconitana, per poi diventare Ancona Calcio dal1982. Fallita nel 2004 a seguito di inadempienze finanziarie, all’epoca della gestione Pieroni (quando la squadra era appena retrocessa dalla Serie A), fu rifondata come Associazione Calcio Ancona e ammessa al campionato di Serie C2 usufruendo del Lodo Petrucci. Al termine della stagione 2009-2010, quando militava in Serie B, la società ha deliberatamente lasciato scadere i termini amministrativi dell’iscrizione provocando la retrocessione della squadra. Tale procedura si è ripetuta in tutte le categorie finché non è stata iscritta in Terza Categoria. Tuttavia, non schierando alcuna formazione nelle prime quattro giornate, è stata radiata da ogni campionato FIGC. Ne ha raccolto l’eredità l’ex S.S. Piano San Lazzaro.
Si ricorda che nel 1979 fu siglato un gemellaggio tra l’allora club biancorosso Teramo ed l’omonimo club dorico sancito da una splendida giornata di sport ove rappresentanti delle due tifoserie sfilarono al centro dello Stadio “Dorico” allora sede delle partite interne della compagine Anconetana. (L103ZUNAMI PRESENTE)
I dorici tornano nel calcio professionistico dopo sei anni, dal fallimento giunto al termine della stagione 2009/10. Allenata da Giovanni Cornacchini ,in squadra da seguire Mallus e il giovane reggiano di scuola Modena, Gabriele Cilloni. Si è rinforzata con l’acquisto della punta Paponi (ex Parma e Bologna), del portiere Aprea e il difensore Cangi. Da tenere d’occhio Gianluca Sampietro centrocampista classe ’93, lo scorso anno ha vestito la maglia del Pisa collezionando 32 presenze tra regular season e play-off. Cresciuto nel settore giovanile blucerchiato e’ un centrocampista centrale, un vertice basso moderno, un regista che non fa mancare il suo contributo anche in fase di interdizione.“

Non vi sono piatti molto particolari rispetto alla tradizione culinaria marchigggggiana, ma in compenso ci sono locali che meritano di essere visitati per le eccellenze dimostrate durante le mie deliranti visite
Al Mandracchio – Largo Fiera della Pesca, 11, 60125 Ancona
Da Mizzio – Via Esino, 62, 60126 Ancona

LA FAUNA LOCALE
Ancona 8 / 12 / 2012
Una grossa topa è stata vista e fotografata nei giorni scorsi ad Ancona.
Lunga almeno 40 centimetri è stata immortalata vicino al Monumento ai Caduti, dove iniziano le scale che portano alla spiaggia e alle grotte, nella zona vip di Ancona.
Questo è il reale titolo apparso sul Messagero locale…..
In effetti trattavasi di una nutria ma mai Titolo espresse le reali potenzialità della fauna locale.
Variegata e variopinta la femmina anconetana eccelle nell’uso delle armi bianche con cui, narra la leggenda, usa svestire le proprie prede maschili a colpi di fioretto e spada. (CHESTE LA Po’ CAPì SOLE CHILLE BRIVE ASSì)
Omaggio va fatto a Virna Lisi, recentemente scomparsa, ma induscutibile simbolo delle potenzialità doriche in materia di grosse tope.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *