Carrarese – Teramo la presentazione della gara – … la passera scopiaiola

CARRARESE TERAMO : LA PRESENTAZIONE DELLA GARA
La Carrarese Calcio 1908 è semplicemente nota come Carrarese che è anche il nome dialettale della città…I colori sociali della Carrarese Calcio sono l’azzurro e il giallo. La divisa classica è interamente azzurra, talvolta con alcuni inserti gialli, è stata inaugurata nel 1920. Nel 1908, data della fondazione, la maglia era di colore verde e grigio.
Lo stemma, che ricalca quello comunale, è uno scudo a sfondo azzurro con una ruota gialla recante il motto latino Fortitudo mea in rota ( La mia forza sta nella ruota). CHE E’ STATO LO STESSO MOTTO DI ILLUSTRI TOSSICI DELLA NOSTRA CITTA’ (cit. ohhhh…ma tu sti a roteee furteeee)
Della squadra avversaria onestamente a questo punto non ce ne frega un cazzo… che ci giochino Ronaldo o Messi o che ci giochino Speroni, e Borlotti poco conta……NOI VOGLIAMO VINCERE. Non andiamo ad ammirare giovani di buone speranze o campioni affermati, ma andiamo a dimostrare che si è VERO….siamo i più piccoli….MA SIAMO I Più BELLI…..AVANTI DIAVOLO
Piatti tipici
Gnocchi mes’ci d’castagne che sono gnocchi con miscellanea di farina bianca e farina di castagne. conditi con olio e formaggio pecorino, o sardo picante.
Agnello di zeri che sarebbe un agnello con le patate ma al malcapitato ovino vengono praticate delle incisioni pre cottura in cui si inserisce un battuto di rosmarino, uno o due spicchi d’aglio e lardo di Colonnata.
Come dolce Carscenta della Lunigiana, una tipica torta dolce da forno, caratterizzata da un insieme di aromi e profumi derivanti dalla sapiente miscelazione di farina, zucchero, uova, latte, burro, panna, lievito di birra, uvetta, pinoli, semi d’anice
Locale consigliato in città
La Rustica Carrara
Via Piave 32, 54033 Carrara,
LA FAUNA LOCALE
Carrara è la città del marmo per eccellenza ma la sua provincia è anche quella della movida estiva, dei locali privè per scambisti e delle discoteche per VIP e non…In un panorama così ampio la FAUNA indigena ed autoctona è ricca e variegata….

Tra queste la più interessante è la Prunella modularis (PASSERA SCOPAIOLA) che migra dai paesi dell’est fino al territorio toscano solo per i rituali dell’accoppiamento perché qui trova il Buffone Gobbo (rara specie di uccello simile al passero scommettitore). Tra l’altro anni fa la Prunella è stata avvistata a Teramo, al fianco di un noto cabarettista romano di cui non ricordo il nome ma la sua battuta più famosa che era “cosa abbiamo noi meno del Castel di sangro”.
Eccellente la presenza di ornitologhe di fama mondiale che approfondiscono i loro studi sul BUFFONE GOBBO…Tra queste sicuramente l’inglese ILARIA OF FRIEND premiata con il NOBEL ALLO SCAVALLO TELEVISIVO E SECONDA AL CONCORSO “MISS URLO DA CONDOMINIO”

COMPLIMENTI E STIMA INCONDIZIONATA AL BUFFONE GOBBO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *