IL GOAL PIU’ TERAMANO DEGLI ULTIMI VENTI ANNI – Il boato del Bonolis per un gol “made in Teramo”…

Oggi non parliamo di tattica, di numeri e di schemi d’attacco o difensivi. Oggi parliamo del goal “più teramano” degli ultimi venti anni.
E’ il minuto 60. La partita è difficile. Il San Marino sta giocando con ardore al massimo delle sue possibilità. Non sembra l’ultima in classifica. Lotta su tutte le palle, cerca di ribattere colpo su colpo. Ma in questo secondo tempo il Teramo ha alzato i ritmi perché vuole chiuderla, o la va o la spacca. La Curva Est ha alzato i decibel, il pubblico spinge letteralmente l’azione. Nell’aria c’è un mix di ansia e speranza (non Speranza che presidia la linea difensiva). L’azione prende il via dalla trequarti avversaria ed è un misto di furore, determinazione, velocità ma anche razionalità. Un goal che è forza ma anche tecnica, in cui ogni partecipante sa quel che deve fare. Un goal VOLUTO.
Lapadula con torsione appoggia di testa a Donnarumma che in due tocchi apre a DPL7 che subentra in velocità sulla fascia destra; DPL7 la piazza in area a con un solo tocco a semi-campanile… e in mezzo… in mezzo c’è l’incursore Scipioni che ha creduto nella sua corsa fino in fondo, in cerca della Vittoria. Semi-rovesciata d’istinto che deposita la palla, quasi l’accompagna, nel sacco. Il tutto sotto la Curva Est.
Il Boato liberatorio viene udito sino al bivio di Mosciano. Che goduria. Che soddisfazione !
Abbiamo visto tanti bei goal nelle nostre vite di tifosi del Vecchio Diavolo. Ognuno ricorda il suo più bello. Questo però è un goal dal sapore speciale. E’ il goal più nostro degli ultimi venti anni, non solo perché è un bellissimo GOAL COLLETTIVO ma perché quegli ultimi due tocchi tecnicamente precisi ma pesanti nel significato come macigni, sono “made in Teramo”.
Comunque andrà il resto del campionato, questo goal ci riempie d’orgoglio e resterà nei ricordi.

Tattico di Van Zaal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *