Amarcord… Report dal Giglio di Reggio – 13 febbraio 2005… dal Giglio al Mapei!

REPORT DAL GIGLIO DI REGGIO (DATA 13 FEBBRAIO 2005)

NOTA INZIALE.
Sia chiaro, sin dall’inizio, forse la migliore prova stagionale del Teramo: grinta, cuore e giocatori sempre disposti a metterci la gamba.
Ottima prova anche dal punto di vista del tifo; un centinaio di biancorossi circa, dal nostro punto di vista la miglior trasferta sin ora.

CAPITOLO VIAGGIO
Da sottolineare la sosta a Bologna (motivi tecnici), invasa da centinaia (migliaia?) (milioni?) di palermitani al seguito di BO-PA… che spettacolo ragazzi !!!
Da registrare anche la tensione in stazione dei cesenati che in treno andavano a Verona.

CAPITOLO STADIO
IL Giglio di Reggio si presenta, visto dal settore ospite, per certi versi simile all’Euganeo di Padova.
Un gioiellino di stadio. Due settori (distinti – se si possono chiamare cosi’- e curva di casa) chiusi (per lavori?), quindi i sostenitori reggiani sono confinati all’angolo della Tribuna centrale (di loro parliamo dopo).
Visuale ottima da tutti i settori, bar decentemente fornito con prezzi competitivi se confrontati con ad esempio Padova e Spal….

CAPITOLO TIFOSERIA DI CASA
Confinati all’angolo di tribuna centrale no riusciamo a vederli benissimo, pero’ fanno un’ottima impressione. Compatti, stile inglese, cori continui. Notevoli le sciarpate, si vede che hanno visto con onore categorie ben superiori.
Di sicuro tra i migliori tra quelli visti sin ora

CAPITOLO: IL CENTINAIO DI TERAMANI
Si è cantato per tutta la partita… notevole il secondo tempo in cui la squadra è stata supportata alla grande nello sforzo del pareggio…. poi il rigore subito seguito al pareggio ha tagliato le gambe a molti… il tre a uno ha poi tramortito il 75% circa dei presenti…
Comunque per me un’ottima prova di attaccamento ai colori…. credo si sia visto chi veramente ama quella maglia.

CAPITOLO PARTITA
E’ difficile raccontare una partita del genere. Ottima prova, per noi la migliore di quest’anno, eppure i punti in saccoccia sono = 0.
Si inizia beccando goal immediatamente su una punizione… barriera piazzata male?… abilita’ del giocatore… non lo sappiamo, chi ha potuto rivedersi le immagini in TV sa.
Il Teramo reagisce con rabbia e furore. La Reggiana si chiude a catenaccio (gran bel catenaccio). A centrocampo ci sono Nicodemo (migliore in campo), Scarchilli, ai lati Sturba (ottima impressione) e Bondi si scambiano di frequente comunque Bondi ha giocato prevalentemente sulla destra.
Centrali difensivi Ola e Ferri….
Ma torniamo al catenaccio: il Teramo prende un palo, subisce un fallo da rigore NETTO ma non dato e manca alcune occasioni da goal. Nel secondo tempo la musica non cambia, una sola squadra in campo, la sua maglia è biancorossa.
Il tifo cresce, il Teramo spinge, costruisce palle goal e il portiere reggiano si disimpegna alla grande e finalmente, quando mancheranno una ventina o quindicina di minuti circa, Chianese becca un fallo da rigore netto, che Bondi realizza.
In molti pensiamo che la partita si puo’ vincere, vista l’assenza della Reggiana in campo.
Invece, mannaggia al clero di Foggia, su calcio d’angolo un nostro difensore (giuro che nn same capit chi è) spinge uno dei loro (ma l’ha poi spinto??) e becchiamo rigore contro. Mazzata che ci taglia le gambe, sino ad allora avevamo inseguito come diavoli il meritato pareggio.
Ma ne becchiamo subito un altro su contropiede….
Reazione d’orgoglio e Favasuli riesce ad accorciare ma ormai la beffa è compiuta.
Questo è il calcio, dicono i filosofi de lu pallo’….

NOTA FINALE
Non lo diciamo per prendere parte alle recenti polemiche… Nicodemo non ci è particolarmente simpatico e se penso a chi giocava prima al suo posto ci viene da piangere …. MA IERI HA FATTO UNA PROVA SUPERLATIVA. HA CORSO, HA RECUPERATO, HA IMPOSTATO.
Non gli si puo’ chiedere di piu’ e va ringraziato perche’ si sta comportando da buon professionista.
Migliore in campo.
Piaciuto anche Sturba, e pure Bondi ha corso na freca.
Ma i

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *