Lumezzane – Teramo 2-0 – La prima male… adesso reagiamo!

Ottima la prima, veramente uno splendore.
Ci eravamo illusi ?? Forse…. amarezza, profonda amarezza per un risultato che poteva e doveva essere diverso ma ieri abbiamo assistito ad una partita con due squadre in campo che hanno evidenziato una netta differenza di motivazioni, grinta e tenuta atletica.
La sconfitta è la logica conseguenza di tutti questi fattori negativi.
Mediocre il Teramo del primo tempo, nullo a tratti irritante quello del secondo.
Confusione allo stato puro con giocatori imprecisi, lenti ed impacciati… quasi rassegnati alla inevitabile sconfitta al contrario di chi sugli spalti non ha fatto mancare colore e calore. Un duro colpo per chi aveva ammirato nell’ultima amichevole contro il Perugia giocatori di ben altro spessore tecnico e caratteriale.
Interessante ed innovativo il tema tattico proposto da mister Zauli per provare ad espugnare Lumezzane… un avvolgente gioco di percussione sulle fasce finalizzato al cross per le svettanti torri Sansovini e Petrella. Scelta intelligente che stranamente non ha prodotto gol a grappoli.
Vergognosa, semplicemente vergognosa la condizione atletica della squadra. Fantasmi in affanno che non hanno retto il passo di una squadra avversaria che sembrava viaggiare alla velocità della luce.
Siamo alla prima di campionato e ogni giudizio potrebbe sembrare azzardato ma non possiamo e non vogliamo tacere le evidenze del campo.
La rosa appare incompleta, nessun dramma per carità, ma la mancanza di una forte punta centrale e di un vero incontrista è fin troppo evidente… anche se la preoccupazione maggiore arriva dalla pessima condizione atletica e da un allenatore in panchina che è sembrato incapace di scuotere una squadra in apnea.
L’assenza di Croce, per misteriosi motivi familiari, ci auguriamo non troppo gravi, ha contribuito non poco alla sterilità offensiva considerando che il Forte di quest’anno sembra essere molto, ma molto peggio di quello dello scorso anno.
Da altre parti i veri centravanti (torromino, cellini, arma, gonzales) segnano gol e portano punti noi sotto questo aspetto siamo in netto ritardo.
I tanti ben informati asseriscono che i suddetti “profili” poco si adattano al gioco di Zauli….ne prendiamo atto con sereno sgomento.
Siamo più portati a credere che certi “profili” sono inarrivabili per questioni economiche (sarebbe molto più onesto ammetterlo), ma c’è anche da dire che senza un importante sacrificio per un centravanti con i controcazzi difficilmente riusciremo a riprenderci il maltolto……confidare sui gol di testa del buon Mirko Petrella non la troviamo una scelta vincente.
Non scordiamoci comunque che il passo deve essere fatto sempre secondo la gamba.
Chiudiamo il deprimente capitolo Lumezzane e prepariamoci ad affrontare un Bassano di altissimo livello. Con lo stesso approccio fisico e mentale dell’esordio le condizioni per una umiliante rotta d’ossa ci sono tutte.
Confidiamo in una reazione veemente e rabbiosa.

FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *