Pordenone-Teramo = 3-1 – Adesso fuori le palle!!!

Se in fase di costruzione di una squadra decidi di affidarti ad un allenatore mediocre e poi gli metti a disposizione Lapadula, Donnarumma, Cenciarelli e un manipolo di assatanati vogliosi di vittoria la cosa potrebbe anche passare inosservata e trasformarsi nella botta di culo della vita (soprattutto per l’allenatore mediocre)…bma se al contrario decidi di affidarti ad un allenatore mediocre e scegli di mettergli a disposizione una carrettata di modesti operai del pallone il gioco si fa estremamente pericoloso e non puoi lamentarti se lo scenario configura prospettive molto, ma molto poco incoraggianti.
Comunque sia e’ inutile cercare spiegazioni logiche attraverso pericolose disquisizioni tecnico-tattiche che forse nemmeno ci competono… è perfettamente evidente che almeno 19/25esimi di questa rosa (compreso i cinque/quinti dello staff tecnico) non ha ben compreso cosa è chiamato a dare e soprattutto DOVE è chiamato a farlo.
Umiliante la sconfitta odierna contro un Pordenone che ha dovuto sudare solo mezza delle proverbiali sette camice per avere la meglio di questo piccolo (povero) Diavolo.
Nella sostanza una sconfitta non molto diversa dalla prima di Lumezzane (passata in cavalleria per il buonismo che ci inebria da sempre alla prima di campionato) e dalla prova incolore di Sabato scorso contro il Bassano (passata anche questa in cavalleria perchè poi, in fin dei conti, un punticino lo avevamo pur sempre conquistato).
Troppo marcata oggi la differenza di valori in campo… quelli tecnici in primis ma anche quelli caratteriali si sono evidenziati in maniera imbarazzante
Questa è una squadra che prima di essere composta da un manipolo di mezze seghe è un accozzaglia di gente senza palle, senza forza, senza volontà… e soprattutto senza un’oncia di fiato.
Oggi tutti vergognosi… Capitano compreso che a forza di convivere con dei somari corre il serio rischio di abbassarsi al loro infimo livello.
Peccato… quest’anno erano ben altri attori che questa piazza auspicava, ben altri i guerreri necessari alla difesa di un valore assoluto come la gloriosa casacca biancorossa…
Belli tosti e combattivi li avrebbero meritati soprattutto i 15 eroi di Teramo Zezza e del Club Biancorosso presenti anche a Pordenone….
Mille e duecento chilometri di “passione pura” macinati per il solo amore della maglia… e non poteva essere altrimenti anche perchè per “ammirare” questa squadra rappresentano una vera e propria enormità anche i soli quattro chilometri che separano Teramo centro dallo stadio Bonolis.
Queste non sono sconfitte nate sul campo dal valore dell’avversario ma da un atteggiamento scellerato che forse troverà piena indifferenza in una piazza tipo Santarcangelo… ma non di certo presso INTERAMNIA VRBS
La nostra passione non verrà mai meno, le sofferenze ci hanno forgiato con una soglia di sopportazione al dolore molto alta ma con una “asticella” del vaffanculo posizionata molto più in basso rispetto a tutte le altre piazze calcistiche del mondo.
Quello che si critica non è la sconfitta, che nessuno si permetta di ricondurre al risultato del campo la nostra profonda amarezza !!!! quello che lamentiamo è l’assoluta mancanza di emozioni che questa “non-squadra” è capace di trasmettere a chi vive di pane Teramo ventiquattro ore su ventiquattro.
Cari pellegrini, a consuntivo delle prime tre gare di campionato non possiamo che affermare in tutta serenità che c’ avat già rott lu cazz… lo avete fatto molto velocemente, con una rapidità di esecuzione che sul campo sembrate non possedere… ma se pensate di poter onorare la maglia che indossate con queste indegne prestazioni n’g’ avate capit nu cazz nind… e siete nel posto sbagliato nel momento sbagliato.
Lunedì alla ripresa degli allenamenti, al chiuso dello spogliatoio, guardatevi in faccia e una volta usciti sul terreno di gioco giratevi verso la Tribuna e abbiate le palle di guardare negli occhi anche chi, nonostante tutto… nonostante tutti, rimane comun

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *