PARMA VS TERAMO – La presentazione della gara…

L’AVVERSARIO
Fondata nel 1913, è una squadra dal modesto passato, seguita solo da pochi volenterosi Ragazzi e dalle pochissime apparizioni nei campionati professionistici. Il suo simbolo più rappresentativo è una croce nera. Colori giallo blù
MA VOI CHI??

L’ANEDDOTO:
NON TUTTI SANNO CHE …Oronzo Canà, è un quarantottenne ex-calciatore, mediano di rottura degli anni sessanta dalla carriera promettente che gli valse il soprannome La iena del Tavoliere .
Interrotta la carriera per un infortunio divenne successivamente allenatore di società di Serie B per le sue doti tattiche mediocri, come l’uso del modulo tattico 5-5-5, detto anche Bi-zona, da lui stesso inventato.
Prima di affermarsi nella Longobarda in serie A…L’ULTIMA SQUADRA ALLENATA FU PROPRIO IL PARMA
IDOLO

PERSONAGGI FAMOSI
In una città arida di cultura ed agli ultimi posti per la qualità della vita a detta di tutto il mondo , è chiaro che i personaggi sono di modesto richiamo……………..comunque
VERDI GIUSEPPE – Vincitore di X Factor Emilia
BERTOLUCCI BERNARDO – IUTUBER
PIETRO BARILLA – Pastaio
PAGANINI NICCOLO’ – Uno che si fregava il violino al padre e spacciava di saperlo suonare andando in giro da un locale all’altro con una bici e dei mazzi di fiori. Aveva un discreto successo perché a Parma nessuno ci capiva una mazza di musica e laddove gli chiedessero il bis, lui scappava via perché non sapeva manco da dove aveva cominciato….da qui il detto “Paganini non ripete”……..

LA CUCINA

Vino tipico è la Malvasia di Candia Aromatica…..(per i cultori del Montepulciano una bestemmia…ma grossa) dalla fragranza piccante di muschio e di albicocca e residui zuccherini piuttosto alti adesso se volete provare a fare un vino cogliendo del muschio tritando dell’albicocca ed aggiungendo dell’uva bianca fate voi ….ma poi se accusate malori…
Per quanto riguarda la cucina nulla di speciale da segnalare ….magari limitatevi ad un pezzo di formaggio ed ad una fetta di prosciutto che da queste parti pare….e dico PARE…. Dovrebbero esserci…….insieme agli GNOCCHI DI PATATA

LA FAUNA LOCALE

LA LUCCIOLA E L’ANGUILLA NERA
L’anguilla nera parrebbe essere arrivata nel territorio parmense trasportata da un cargo battente bandiera liberiana e proveniente dalla Colombia intorno ai primi degli anni 90. Lunga una trentina di cm si è subito ambientata trovando nelle tane umide, diffusissime nel territorio parmense, il suo habitat naturale. La leggenda narra che l’anguilla, di notte, per evitare di essere uccisa, si facesse accompagnare da una lucciola che illuminasse se stessa e ciò che gli ruotava intorno. L’anguilla nera Colombiana si è diffusa rapidamente sul territorio grazie anche ad un insolito apprezzamento dalle donne indigene ed autoctone che iniziarono ad introdurlo, in modo poi divenuto virale, all’interno delle proprie abitazioni.

A ME…PRENDERE I TRE PUNTI….. SEMBRA UNA PASSEGGIATA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *