Mestre – Teramo 1-1 – un bacio all’ultimo respiro…

All’ultimo respiro. Bellissimo e meritatissimo.
Un pareggio acciuffato col cuore, con quella voglia di lottare su ogni pallone fondamentale su ogni campo e contro ogni avversario.
Meraviglioso comunque l’atteggiamento dei nostri ragazzi che rispecchia perfettamente l’esigenza della nostra piazza.
Siamo solo all’inizio… ma rispetto alla prima dello scorso anno a Lumezzane la differenza c’è e si vede.
Evidente è la mano di un allenatore capace di plasmare a sua immagine e somiglianza un gruppo di giocatori intelligentemente costruito che potrebbe regalarci enormi soddisfazioni.
Non era facile affrontare il Mestre, squadra tosta, collaudata e con giocatori nel reparto avanzato di ottimo livello.
Nonostante tutto primo tempo giocato con buona personalità e geometrie che oltre al buon lavoro tattico svolto fino ad oggi, lasciano intravedere un grande spirito di sacrificio, una buona intesa e qualità individuali di tutto rispetto.
Il gol preso, frutto del caso, non può e non deve svilire una prestazione eccellente. Peccato per l’imperdonabile errore di Foggia che butta al vento il gol del vantaggio quando si era ancora sullo zero a zero. Una follia a tu per tu col portiere che se finalizzata, come si richiede al minimo sindacale ad un vero attaccante, avrebbe potuto incanalare la partita verso altra direzione molto più favorevole ai diavoli biancorossi.
La prima era molto importante ed ha fornito diverse certezze per alcuni singoli della nuova guardia. Ventola molto positivo sia nella fase difensiva che per quella offensiva, De Grazia motorino inesauribile con un bel tiro. Calore autore di almeno un paio di interventi salva risultato. Varas lottatore puro, mastino con buona tecnica, ma che ci lascerà in dieci uomini diverse volte.
Bene Tulli, gran classe ma da migliorare sicuramente nello stato di forma e Pietrantonio.
Bacio Terracino al 12% della forma risulta già decisivo… quindi quando lo avremo al 100% ci sarà da divertirsi veramente.
Oggi abbiamo lasciato scrivere il Cuore (il Fegato ha già dato tutto lo scorso anno) e a maggior ragione non abbiamo alcuna pretesa di essere i depositari di giudizi assoluti…. sia nel bene che nel male… sappiamo che c’è ancora tanto da fare e da migliorare, forse una punta di maggiore qualità sotto porta servirebbe, ma la strada ci sembra ottimamente tracciata.
CREDIAMOCI TUTTI
Pareggiare all’ultimo minuto di recupero è un segnale importante che se letto nella giusta ottica vale molto di più del punto conquistato.
Andiamo avanti in tutta umiltà ma con diverse certezze… il manico in panchina c’è… e a livello dirigenziale superficialità ed incompetenza sembrano oramai un lontano ricordo (anche se le macerie lasciate in dote creano ancora non pochi problemi).
FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
TUTTI A VICENZA!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *