Lanerossi & De Santis VS Teramo 1913 1-0 – TERAMO 1913… A TESTA ALTA!

Note negative ma anche molte positive nella seconda trasferta del nostro campionato presso il famoso “Romeo Menti” di Vicenza.
La nota stonata è il risultato arrivato, beffardo, nei minuti finali di una prestazione gagliarda e indomita del Vecchio Diavolo e conseguenza di un arbitraggio da parte del sig. De Santis da Lecce (Loris Batacchi dell’Ufficio Pacchi…), che alla fine della fiera ha palesemente condizionato il risultato finale. Negato un clamoroso rigore a nostro favore nel primo tempo e poi solerte più di un cortigiano asservito, il De Santis, nell’assegnarci un penalty contro a quando la partita volgeva verso la conclusione più logica, il pareggio. Certo, quel movimento in area si doveva e poteva evitare, soprattutto da parte di chi sino a quel momento aveva disputato una signora, ineccepibile, prestazione. Purtroppo il Teramo1913 oltre ad affrontare una delle squadre più attrezzate per la vittoria finale, questa volta ha dovuto fare i conti anche con un’ambiziosa giacca nera al secondo anno di carriera nei professionisti… in questi casi, visto il blasone dell’avversario, il rischio è sempre quello di incrociare qualcuno che sa bene, fin troppo bene, come funziona il mondo nel nostro paese…

La nota positiva è l’aver trovato una squadra di indomiti lottatori, che sa cosa fare in campo, come farlo e che non ha assolutamente voglia di arrendersi a nessuno. Questo atteggiamento dovrà essere il mantra del nostro campionato. Dopo partite cosi si può anche perdere malamente come è successo ieri, ma a noi tifosi rimane il gusto e la soddisfazione di aver visto onorati i nostri colori. Abbiamo visto una squadra in campo che corre, che ha grinta e che non ha timori reverenziali. Nel secondo tempo abbiamo visto trame di gioco che non ricordavamo da anni…. e la vittoria era alla portata. Il trio di centrocampo visto ieri è persino…udite udite…divertente… Questo non significa che tutto vada bene e che non ci sia ancora molto da fare, ma l’importante per noi è l’aver intravisto quel furore sacro che ci fa amare questo sport ogni oltre razionalità. Un bravo va quindi al mister che sta svolgendo un ottimo lavoro e sta creando un gruppo con le giuste motivazioni, e che non abbasserà la testa davanti a nessuno. Bravo Mister per essere venuto ancora una volta sotto la curva a fine partita… Un esempio.

Un bravo va anche al centinaio di tifosi biancorossi presenti ieri al Menti, che ha sostenuto la squadra al meglio delle proprie possibilità, dando un’importante prova di presenza e amore. Non era facile raggiungere Vicenza in una giornata come quella di ieri, condita da maltempo, traffico insostenibile sulla A14 e l’avversità di un orario che forse sarà comodo per chi gioca in casa, ma che risulta un incubo per chi deve macinare i chilometri per sostenere la propria passione. Insomma, ieri il tifo Teramano non ha affatto sfigurato al Menti, quindi un grazie va a tutte le componenti presenti. Quando vuole Teramo fa bella figura e i tifosi biancorossi che ieri hanno accompagnato il Vecchio Diavolo ieri sono tifosi che non perdono mai.
Abbiamo affrontato due trasferte difficili e, nel complesso, il bicchiere ci appare mezzo pieno e c’è soddisfazione. Ora ci aspetta una prova importante domenica prossima: un avversario che dovrà essere battuto in tutti i modi per dare seguito a quanto di buono fatto e visto sin ora. Sarà importante essere compatti vicino al Teramo 1913 per condurlo per mano alla Vittoria!

FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
TUTTI AL BONOLIS!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *