La grande schifezza… – Cosa Nostra

Bilanci fiabeschi… fidejussioni di carta straccia… campionati affrontati senza alcuna copertura finanziaria.
Una associazione a delinquere che, oltre a delegittimare il gioco più bello del mondo, causa enormi danni a tutte quelle Società che tra mille difficoltà provano a far quadrare i propri conti.
Impegno che il più delle volte si rivela deleterio nel momento in cui ti trovi a dover affrontare un campionato che si regge da sempre solo ed esclusivamente sull’illegalità diffusa…
Ricordiamo il Pisa… vincitore di un campionato di serie C dove era stato ammesso a partecipare con garanzie bancarie falsificate… ai toscani non solo fu ratificata con applausi la conquista della SERIE B… ma ne ottenne benemerita conferma anche nel momento in cui gli imbrogli vennero a galla nudi e crudi.
Ricordiamo il Mantova… autore lo scorso anno di una “brillantissima” salvezza conquistata sul campo grazie all’acquisto, senza moneta, di importanti pedine. Un risultato truffaldino ottenuto a discapito di chi le regole le ha sempre rispettate. Come il povero Lumezzane retrocesso sul campo per mano… anzi per “piede” di Caidi e successivamente sparito dal panorama calcistico nazionale.
Ricordiamo Parma- Ancona… una gara dal risultato cristallino che ha contribuito a cambiare la qualità della vita di interi quartieri della periferia napoletana…
Comportamenti palesemente illegali avallati da chi dovrebbe, al contrario, effettuare serrate azioni di controllo e calare la mannaia indipendentemente dalla TESTA da tagliare.
Ma la storia si ripete. L’accanimento terapeutico e in un certo senso anche l’occhio di riguardo che sta interessando il Vicenza Calcio dimostra che le cose tendono a peggiorare anno dopo anno.
Una società come quella vicentina, con un parco giocatori di prim’ordine, ma con debiti faraonici, si appresta a falsare l’ennesimo campionato. Si appresta molto probabilmente a conquistare una salvezza a discapito di chi lavora rispettando le regole imposte.
E pensare che ci eravamo illusi… qualche “purista” a partire dal 2015 aveva preso atto che per garantire la legalità nella terza serie nazionale bastasse condannare i “cattivi” CON PENE ESEMPLARI anche per “il solo tentativo di porre in essere atti finalizzati ad alterare risultati sportivi”…
Decisamente bizzarro… decisamente chiaro come tutto viene modulato sulla base dei colpevoli. Forti ed implacabili con i piccoli… supini e forse anche complici con i grandi.
Fate schifo… lo abbiamo provato sulla nostra pelle quanto siete vomitevoli.
Ci avete sottratto il sogno di una vita conquistato sul campo sulla base di congetture, interessi economici, intercettazioni telefoniche tra imbecilli e sanzionando oltre misura un goffo quanto ingenuo tentativo ( per altro fallito come da prove certe) di uniformarsi al sistema anche per legittima difesa.
Mentre regalate calcio a chi CARTE E CONTI ALLA MANO pone in essere atti finalizzati alla frode sportiva e li accompagnate nel percorso di “pentimento & purificazione”
Perché se è vero che deve essere punito il solo TENTATIVO di truffa non comprendiamo come non si debba punire con la stessa decisione la concreta ed acclarata azione fraudolenta.
Ma “giustamente” il PROFESSIONISMO va premiato quello DELINQUENZIALE ancora di più… i prestigiatori finanziari, gli imbroglioni (quelli bravi) vanno comunque rispettati… è il ladro di polli che deve MORIRE e lo deve fare a reti unificate!
Li avesse avuti la Teramo Calcio 14milioni di euro di debiti l’intero panorama calcistico avrebbe gridato allo scandalo e pretesto la testa sanguinante di tutti i tifosi teramani… d’altronde nell’anno di Cari ci chiusero le porte dei play off per un semplice cavillo contabile… per poi a debita distanza di anni ammettere che il tutto non era affatto vero… si era trattato di un deprecabile errore di valutazione… peccato…

Come tifosi del Diavolo non abbiamo mai preteso nulla…. ci siamo rialzati più forti di prima… il SOGNO probabilmente rimarrà tale per u

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *