Teramo – Bassano = 1-4 – al peggio non c’è mai fine

Oggi abbiamo veramente segnato una delle pagine più tristi della nostra storia calcistica.

Ottimisticamente avevamo pensato che Fermo potesse essere il punto più basso di questa terza, schifosissima, annata sportiva… mai previsione fu così clamorosamente smentita.
Al peggio non c’è mai fine. La sconfitta odierna, che ciechi, incompetenti e babbaioni vogliono per forza attribuire all’ennesima insufficiente direzione arbitrale, certifica che siamo la peggiore squadra del girone… e lo saremo fino alla fine.
I margini di miglioramento per una accozzaglia di giocatori assemblata male e gestita peggio sembrano essere praticamente nulli.
L’impegno non manca, ma la qualità lascia fortemente a desiderare. Fatta eccezione per i soliti Bacio Terracino e Sandomenico il nulla cosmico si è impossessato di noi. Difficilissimo sarà uscirne indenni.
Questa squadra non ha “speranza” (in tutti i sensi) ed è la perfetta espressione di un ciclo societario logoro, arrivato oramai alla sua mesta conclusione.
Chi si ostina a sprecare tempo ed energie nel trovare giustificazioni di carattere tecnico.tattiche al dramma sportivo che stiamo vivendo non ha colto il significato più profondo di queste sconfitte.
La situazione è ben più grave di un allenatore incapace, di un portiere indecoroso o di due centrocampisti senza palle origine di tutti i mali… a quelli si potrebbe anche porre rimedio (forse)… quello a cui appare impossibile riuscire a porre rimedio è il naturale “fine-vita” di una entusiasmante gestione societaria, in parabola discendente, che non ha più nulla da offrire se non tristi umiliazioni ad una tifoseria che tutto questo scempio non lo merita affatto.
Siamo allo sbando più totale… confusione tattica, pochezza tecnica, isterismi dei giocatori in campo ed inutili, quanto dannose, esternazioni di chi dovrebbe mantenere ben saldo il timone col mare in tempesta sono la costante che ci porterà dritti dritti ad una retrocessione devastante.
Ancora tutto è in gioco sia chiaro… salvezza sulla carta più che possibile ma con questo “Esercito” e con questi “Generali” lo riteniamo altamente improbabile.
E’ vero che i miracoli esistono ma nemmeno a Fatima la Madonna è apparsa per due anni di seguito e Caidi, a Maggio prossimo, su quella linea di porta, non riapparirà per una seconda volta.
Perso per perso… quello che ci possiamo augurare è una dignitosa ritirata di chi ha dato tutto quello che poteva offrire… affidando il Teramo a menti più lucide, motivate e competenti… lasciando da parte i personalismi e le croniche bugie tese a giustificare maldestralmente le puntuali ritirate di tutti quelli che provano ad avvicinarsi alla società Teramo Calcio.
Lo deve alla tifoseria e lo deve alla città… ma lo deve soprattutto a quella grande fetta di “irriducibili” che tappandosi naso, occhi ed orecchie lo ha aiutato a tirarsi fuori da quello Tsunami di merda che lo aveva (e ci aveva) sommerso dopo Savona.
Quella grande fetta di tifoseria che nel rispetto di quanto costruito in precedenza lo ha voluto supportare in un percorso di rinascita e per certi versi anche di riscatto che dalle 18.15 di oggi appare inesorabilmente fallito.
Dignità imporrebbe, caro Presidente, anche per rendere il giusto merito ad un ciclo indubbiamente vincente, di lasciare un ricordo positivo del suo operato che a conti fatti ha regalato momenti esaltanti e vette di entusiasmo mai raggiunte prima.
Teramo è una piazza ambita. Una piazza dove poter fare calcio in tranquillità e senza eccessive pressioni pur garantendo visibilità e sostegno incondizionato. Per chi vuole investire seriamente nel “pallone” è l’ambiente ottimale.

Basta saperlo “vendere”, basta VOLERLO “VENDERE”…

Ultimo appello ad una tifoseria oramai senza più la forza nemmeno di incazzarsi… ricordiamoci sempre che chi scende in campo è la nostra gloriosa maglia… la stessa che da CENTOQUATTRO anni ci regale poche gioie e tantissimi dolori ma che rimane sempre e comunque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *