Imolese – Teramo 1-1

Un punto tutto sommato d’oro.

Squadra mediocre la nostra e lo diciamo senza alcuna vena polemica. Nessuno si aspettava molto da questo mercato. Ma la nostra piazza merita rispetto e dare rispetto vuol dire essere consapevoli di una situazione che ci porterà anche quest’anno a lottare per la salvezza fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata. Checchè ne dicano i nostri addetti ai lavori, a Teramo di giocatori veri ne abbiamo visti, ma talmente tanti da essere nelle condizioni di non farci prendere per culo da nessuno.

Lo sappiano tutti, da Campitelli all’ultimo dei soldatini a corte.

In genere il buon giorno si vede dal mattino… e il “mattino” ci dice che questa è una squadra composta da bravi elementi, anche fin troppo bravi per le risorse economiche a disposizione, ma troppo fragile in tutti i reparti per poter ambire a qualcosa di importante.

Anche ieri a fronte di un improbabile turnover (troppe seconde linee in campo, manco fossimo il Real Madrid) si è palesata l’impossibilità di imporre il benchè minimo concetto di gioco offensivo. Involuzione netta rispetto alle precedenti due giornate che qualche piccolo spiraglio lo avevano lasciato intravedere.

Un centrocampo in chiaro affanno, sovrastato in lungo e in largo non ha potuto che contenere la migliore organizzazione di gioco di una Imolese superiore in tutti i reparti… e attenzione… non stiamo nemmeno parlando di una corazzata.

La buona volontà non è mancata, la voglia di far bene si è vista tutta ma la pochezza è talmente evidente che nonostante una limpida occasione capitata sui piedi di Zecca orribilmente sprecata e il casuale gol, quanto provvidenziale, del vantaggio di capitan Speranza, abbiamo salutato il triplice fischio con la stessa ovazione di un gol.

Prendere un gol 60 secondi dopo aver segnato quello del vantaggio è demoralizzante…

Farsi sovrastare in area senza colpo-ferire su un calcio d’angolo fa rabbia, soprattutto se a farlo è un mediocre della costa, uno che a nostro avviso non dovrebbe mai e poi mai vestire la nostra maglia.

Una volta dalla fogna prendevamo solo quelli forti, quelli che meritavano migliori palcoscenici e soprattutto quelli che nonostante la rivalità avevano dimostrato quantomeno rispetto per i nostri colori… da Manari raccattiamo tutti. Si sappia che a questo non si perdonerà nulla. Gli altri possono sbagliare. Lui no. Gli errori verranno giudicati tutti fatti in malafede e le cose buone come atto dovuto al minimo sindacale. Affermazione forte ? Sicuramente si. Ma chi non sa, non parli. Noi sappiamo perciò diciamo questo. Non torneremo più sull’argomento.

L’attacco ancora una volta delude. A parte i soliti noti (Terracino-Spighi-Speranza e Caidi) delude il duo Fratangelo-Barbuti, delude Di Renzo, delude ancora Piccioni. Praticamente un film già visto.

Evidentemente continuiamo a pagare la maledizione dei Lapadula, Donnarumma, Orta, Masini, Biso, Cenciarelli, De Angelis, Motta, Pepe… etc etc… Non conosciamo le mezze misure. O dei fuoriclasse oppure il nulla.

Il campionato è ancora lungo. Margini di miglioramento potrebbero esserci ma è tutta una incognita. E ci siamo rotti i coglioni delle incognite. Non pretendiamo nulla se non vedere un bel calcio, provare a divertirci seguendo la nostra squadra del cuore. Bestemmiare di meno ed esultare di più.

Ora sotto con il Gubbio. La vittoria potrebbe restituire qualche certezza ma dobbiamo essere più cattivi e concreti in tutte le zone del campo. Raccattapalle compresi. Troppo teneri, troppo fair play per una squadra che non può e non deve lasciare nulla al caso.

Noi non molliamo. Ci siamo e ci saremo ma sempre ma a modo nostro.

3 pensieri riguardo “Imolese – Teramo 1-1

    • 27 settembre 2018 in 20:44
      Permalink

      Noi siamo stati e saremo sempre la voce critica, indipendente e talvolta antagonista del tifo biancorosso!

      Risposta
  • 27 settembre 2018 in 20:50
    Permalink

    Il zezzone ,ma come ja venute mente a pijallu

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *