Rimini(merda)-Teramo = 1-1

Un vero peccato. Al Romeo Neri di Rimini(merda) si stava materializzando un miracolo sportivo.
TRE, solo TRE fottutissimi minuti ci separavano da un evento atteso OTTO lunghissimi mesi.
La conquista dei tre punti. Un vero miraggio. E’ vero che tutti avremmo firmato prima della gara per un pareggio, ma beccare gol a pochi minuti dalla fine scassa profondamente i coglioni
Nonostante la mancata vittoria il Teramo sceso in campo nella putrida latrina romagnola è parsa una squadra vogliosa e concentrata, con tutti i suoi evidenti limiti tecnici, tattici e fisici sempre in “bella” mostra, ma finalmente disposta alla battaglia.
Ad essere onesti, pareggio sostanzialmente giusto. Se non hai la forza e gli uomini per raddoppiare quando l’avversario sembra in totale confusione, sperare nella vittoria è pura utopia.
A bocce ferme e smaltita la galletta, salutiamo un risultato positivo che rende merito ad una squadra alla quale sembra aver giovato il cambio di modulo, imposto a furor di popolo ad un allenatore sprovveduto e in assoluta balia degli eventi.
Nessuna esaltazione fuori luogo, ci mancherebbe. L’ottimismo non può e non deve perdere il sopravvento. Zichella, bravissima persona, continua a dimostrarsi inadeguato alla categoria e questo non deve nemmeno considerarsi una sorpresa.
Lo si sapeva, anche i muri lo avevano predetto, ma il costo dell’ingaggio era allettante per la nostra inutile società di carpafave professionisti.
Per quanto riguarda i singoli da segnalare una buona prova collettiva ma una nota di merito speciale va al giovane Lewandowski, in assoluto il migliore in campo, un ragazzo impegnato in un ruolo difficile ma che vediamo crescere giornata dopo giornata
Un capitolo a parte lo vogliamo dedicare a quel somaro di Proietti. La sua espulsione di fatto ha consentito al Rimini di pareggiare. Un giocatore esperto non può assolutamente commettere queste ingenuità. Lui e i pochi altri di una certa esperienza hanno il compito di essere una “luce guida” per questi giovani e nulla può essere loro concesso in termini di idiozie.
Proietti se vuole essere di aiuto a questa squadra lo sia nel migliore dei modi, altrimenti può velocemente togliere il distubo. Non abbiamo assolutamente bisogno di elementi instabili a livello psicologico. Quello lo abbiamo già al timone della baracca e al momento ci appare più che sufficiente..
Altra nota dolente continua ad essere Mastrilli.
L’invertebrato, nativo dell’Annunziata, continua ad essere un elemento disturbante e perfettamente inutile nel contesto di squadra. Un vero asino. Avete rotto il cazzo una estate intera con Fiordaliso, uno dei migliori giovani in circolazione e oggi gli preferite questo Palamita ?????
Siete veramente dei dilettanti !!!!!
Comunque sia, Fiordaliso o no, ce lo dovete togliere dai coglioni il prima possibile. La sola vista ci innervosisce. Non è degno di indossare la nostra maglia……
Fuori dal cazzo… ADESSO… SUBITO!!!
Un grosso plauso va anche alla tifoseria presente al seguito della squadra. Un sostegno incessante dal primo all’ultimo minuto. Non male per un pubblico etichettato da serie D, dal suo stesso presidente, un uomo, alla luce dei fatti, totalmente fuori controllo.

5 pensieri riguardo “Rimini(merda)-Teramo = 1-1

  • 14 ottobre 2018 in 20:31
    Permalink

    Report giusto nei contenuti.
    Credo che il reportista, con le sberle individuali, si aspetti una reazione di carattere da chi le prende.
    Proietti ad esempio deve capire che certe stronzate non si possono fare quando mercoledí hai già la partita della vita. È anche vero che Proietti e Ranieri negli ultimi minuti erano cotti e uno dei sue andava cambiato. Abbiamo fatto solo tre cambi con Persia e Fiordaliso in panca!!!!
    Mercoledi si ta vinc

    Risposta
  • 14 ottobre 2018 in 23:58
    Permalink

    Se non lo togliere dalle palle voi , toccherà farlo a noi ,quindi prendete una cazzo di decisione ,merde con la nostra maglia non ne vogliamo .
    Per quanto riguarda il capitolo Lewandowski sono d’accordissimo .

    Risposta
  • 15 ottobre 2018 in 8:14
    Permalink

    Presidente padrone …mi ha fatto vergognare di tifare il Teramo…padrem mi ci porto la prima volta che facevo le elementari mo ringrazio 40 anni lui ….ringrazio il signor Campitello di avermi fatto abbandonare lo stadio….e dopo ulteriori 3 anni di umiliazioni si continua a parlare di cosa? Meglio le trasferte della prima categoria che sta merda…via tutti..

    Risposta
  • 15 ottobre 2018 in 13:00
    Permalink

    Per battere il F-ano ce vo pe fforz pur lu cul ca mancat a Rimini

    Risposta
  • 15 ottobre 2018 in 13:49
    Permalink

    Ennesimo colpo di testa del presidente Campitelli che, con innegabili motivazioni, esonera Zic e affida la squadra ad un quasi-sconosciuto Maurizi ex giocatore e poi allenatore di calcio a 5, con sporadiche e poco illuminate presenze in panca di squadre di calcio a 11. Ultima l’anno appena trascorso con la Reggina, decaduta squadra che naviga da anni in D. Tutti ci domandiamo quale sia la “ratio” di tale scelta. Bisognava cambiare, indubbiamente, ma in meglio. Dal poco esperto Zichella, che non riusciva a leggere una partita, ad uno che non è andato oltre a sofferte salvezza e molti (troppi) esoneri nel suo curriculum. Certamente costa molto meno di un Galderisi o di un Cavasin ma, come si dice a Terme: chi sparagne, spreche… FORZA TERAMO

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *