Monza – Teramo 0-1… Agamennone e il Cavaliere!

Sembra incredibile, non accadeva dall’alba dei tempi, ma usciamo dal difficile stadio Brianteo con la SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA DELLA STAGIONE in saccoccia. Seconda vittoria dell’era Agamennone, e che vittoria! Avvenuta contro una squadra che a gennaio sarà rivoltata dagli uomini del Cavaliere come un calzino, per essere fiondata nei prossimi due anni nelle due categorie superiori (se quello vuole il derby con il Milan, il derby con il Milan sarà….)

La partita di Monza ha visto un Teramo 1913 battagliero per molti versi simile a quello visto nella trasferta di Rimini ma, particolare non di poco conto, con gli undici in campo rimasti in undici sino alla fine e questa volta capaci di non prendere goal nei minuti finali.

Vittoria… vittoria… una parola che era diventata aliena nella città tra i due fiumi. Merito delle punte?? Nooooo. Grazie ad un autogoal?? Nooooo. Allora, merito di chi? Ma di “el segna sempre lù” di noialtri, il lungagnone che in Estate qualcuno voleva cedere, lui, Nebil Caidi. MALEDETTO nelle ultime due estati per quel goal salvato sulla linea che forse sarebbe stato meglio non salvare (ma solo perchè ha nascosto una serie di problemi che hanno poi continuato a tormentare le nostre vite di tifosi)… ma un gran bravo ragazzo, un umile interprete del 1913 che da anni veste la gloriosa casacca biancorossa con abnegazione, spirito di servizio, umiltà, con cuore e una grandissima dignità. Un vero Bomber, grazie Bomber!!!!!!

Due parole su Agamennone, al quale rinnoviamo caldamente il nostro invito, e lo faremo sempre da qui in avanti, a tenere fuori dal perimetro dell’area tecnica 1913 tutte le ingerenze possibili e immaginabili che potrebbero arrivare. Mister, quando le cose andranno meno bene, deve avere le palle di fare solo ed esclusivamente come dice la tua testa di personaggio dell’epica… non sarà facile, e non lesini pertanto dei sonori vaffanculo a chi di dovere se sarà necessario.

Ad Agamennone spetta un compito molto arduo: far prevalere il merito, nei limiti del possibile e del ragionevole. Al momento, dalla nostra visuale emerge.che le cose non stanno esattamente così nella fascia difensiva sinistra. C’è una nota stonata, che rischia di far saltare la musica interpretata da un’orchestra di onesti operai della pelota. Dobbiamo essere più espliciti? Parliamo di Mastrilli, le cui prestazioni non ci sembrano giustificare l’accanimento terapeutico nell’impiego (a noi, da tifosi, in questo caso non interessano la ragion di stato, i minutaggi le valorizzazioni ecc ecc, sia chiaro). Ma siccome oggi siamo contenti, guardiamo anche il positivo. Di positivo oggi abbiamo visto Persia in campo nella parte finale della partita. Il ragazzo ha fatto bene… ecco noi vorremmo vedere impiegati di più calciatori giovani e funzionali alla causa biancorossa!!!!

Cosa dire del magico gruppo di eroi biancorossi al seguito presso il Brianteo di Monza? Che siete un pubblico in pieno controllo, e che meritate ben altri palcoscenici (Cavaliere non.volercene): GRAZIE

Ma ora basta alla ciancie….la classifica ci sta facendo venire le vertigini, ci sentiamo più in alto e più levissimi di Messner, non eravamo più abituati a certe latitudini, e speriamo che pure la squadra inizi a prendere gusto a respirare l’aria che diventa più fresca. Ma non abbiamo fatto ancora niente. La salvezza è lontana, è un miraggio, il nostro Eldorado. Strisciamo umili. La testa deve restare bassa e concentrata sulla prossima partita, che sarà durissima. Il Ravenna è squadra forte con delle ambizioni. Aspettiamo rassegnati che li davanti arrivi Godot (non Gondò, tranquilli) e che si svegli (purtroppo non parliamo della agognata punta olandese-svedese promessa alla piazza). Con il costante aiuto di SanGabriele, l’arrivo di Godot (non Gondò) con bomber Caidi e Agamennone a perimetrare la squadra…..forse forse….. ce la putam fa.

DOMENICA TUTTI AL BONOLIS

FORZA MAGICO TERAMO VINCI PER NOI!!!

 

 

 

 

5 pensieri riguardo “Monza – Teramo 0-1… Agamennone e il Cavaliere!

  • 22 ottobre 2018 in 19:40
    Permalink

    Secondo me con il portiere in gamba si può sperare (nella salvezza, ovviamente …), anche con un’umile ma volenterosa classe operaia del calcio ad arrabbattarsi davanti a lui

    Risposta
  • 22 ottobre 2018 in 23:12
    Permalink

    il Teramo è una buona squadra di giovani ed inesperti per la categoria ma ben allestita.Durante il campionato la squadra è destinata a crescere; i goal degli attaccanti arriveranno.Dopo le prime 6-7 tutto è possibile.Bravo Campitelli e bravo il Dg.Quanti punti avrebbe oggi il Teramo se avesse giocato con il 3-5-2 sin dall’inizio?………almeno 14!!!

    Risposta
    • 23 ottobre 2018 in 4:47
      Permalink

      Non scarichiamo su Zichella responsabilità che gli competono solo in parte.
      Il 433 era voluto da Campitelli che lo ha sbandierato sin da Teramo Regiana del maggio 2018.
      Testa bassa e tanto lavoro, aspettando i miracoli dei goal delle punte

      Risposta
  • 23 ottobre 2018 in 18:59
    Permalink

    Sinceramente bene I 3 punti, ma per ll resto eviterei voli pindarici come ha fatto il ‘nostro’ ds, andando a parlare di possibili scenari ultra fantasiosi in caso di vittoria contro il Ravenna (ovvio tutti auspicheremmo ciò, ma io davvero guardo la realtà che a mio parere, ribadisco mio parere visto anche il nostro scadentissimo reparto offensivo, ci impone di pensare ad una salvezza da conquistare anche fosse all’ultima giornata). Riguardo i singoli che di dire di Caidi, e’ stato detto e stradetto tutto, semplicemente monumentale!!! Note stonatissine invece Mastrilli che oltre a giocar male, si ferma una volta saltato dall’avversario invece di rincorrerlo, credo tutti ricordino l’azione di Monza domenica… E poi gli indecenti Piccioni(capito Federico???) e Barbuti che passeggia in mezzo al campo, non fa un contrasto che sia uno, e che nei 2 possibili interventi aerei in cui poteva intervenire cicca la palla(non sarebbe ora di non farlo giocare più??? Indisponente in tutto e per tutto!!!) per domenica speriamo in una prova gagliarda e che li davanti si veda dopo 8 giornate qualcosa di buono, perché finora davvero buio pesto e se ci mettiamo le ultime 2 annate, credo che il livello di sopportazione sia davvero strafinito… Sempre e solo forza Teramo 1913

    Risposta
  • 24 ottobre 2018 in 8:10
    Permalink

    la serie c oggi è cambiata tantissimo, non è quella di 15 anni fa men che meno quella di 30 anni fa.Oggi tutte le squadre sono piene di giovani ed hanno gli stessi identici problemi che oggi ha il Teramo, ossia quello di mettere insieme questi giovani e farli giocare nel migliore dei modi senza conoscerne le effettive potenzialità che andranno ad esprimere.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *