Teramo vs Giana Erminio arbitra Marco Ricci di Firenze

Arbitro toscano per la prossima gara dei biancorossi, dopo la pessima figura di domenica a Montorio veronese. Sarà infatti Marco Ricci dirigere la sfida tra Teramo e Giana Erminio.

Secondo anno il Lega Pro, il 30enne arbitro toscano ha al suo attivo 15 gare, con 5 vittorie dei locali, 4 pareggi e 6 vittorie esterne.

I colleghi e gli amici lo chiamano simpaticamente “il Pacciani”, vuoi per la sua residenza vuoi per il piacere di andare a “fa delle merende co ‘i collehi”.

In realtà il suo vero soprannome è “il Guelfo”. Ricci infatti è una nobile famiglia toscana di tradizione guelfa.

Mito vuole che sia parente della bellissima Elena Sofia Ricci, ma in realtà si tratta di un falso storico. Più probabile la parentela con l’attrice statunitense Cristina Ricci.

Ultima curiosità: ancora un’assistente donna al suo fianco. Quando ci arbitrò a Ravenna aveva la dolce Veronica Martinelli, domenica avrà la collega umbra Tiziana Trasciatti, bella, affascinante e atletica!

Insomma se la joche col il “Piviere Lord” in fatto di femmine…

Da un punto di vista disciplinare sono 52 le ammonizioni (media di 3,46 a gara) e 6 le espulsioni (media di 0,4 a gara). Incazzuso!

Ben 6 i rigori concessi.

Un solo precedente con entrambe le squadre:

  • 04/11/2017 Olbia vs Giana Erminio 3-0
  • 27/01/2018 ravenna vs Teramo 1-1

3 pensieri riguardo “Teramo vs Giana Erminio arbitra Marco Ricci di Firenze

  • 25 novembre 2018 in 19:46
    Permalink

    Incazzati e delusi. Questo siamo noi, tifosi del Teramo. Incazzati per le brutte figure che la squadra rimedia in questo triste novembre. Delusi dalla Dirigenza che, ancora una volta, a causa della fretta e della mala gestione, continua a propinarci personaggi non all’altezza della situazione, spendendo senza un costrutto logico e, si sa, come si dice a Teramo”chi sparagne, spreche! ” Finito ingloriosamente l’effetto Agenore che ha cavalcato l’onda della fortuna (culo) per il breve periodo di tre settimane, quando, neanche lui riusciva a spiegarsi di aver trovato la chiave di Volta con una semplicità quasi stucchevole. Senza pensare che i nove punti erano stati più frutto del caso che acume tattico e ritrovato spirito di squadra. Ora Campitelli e Cimini si trovano nuovamente ad un bivio. Sollevare dall’incarico l’allenatore di calcetto e richiamare Zichella, o tentare la sorte con un altro sconosciuto traghettatore a costo da “Black freeday”? Il Presidente, prima di mettere mano al portafoglio per comprare in primis un centrocampista serio ed almeno una punta che ci garantisca almeno una decina di goal, pensi ad un allenatore vero. Uno di categoria, abituato a gestire situazioni simili e non ad affidarsi al caso tipo grattaevinci. Forza Teramo

    Risposta
    • 25 novembre 2018 in 23:11
      Permalink

      Chiedo scusa. Ma è Black Friday

      Risposta
  • 26 novembre 2018 in 12:36
    Permalink

    Certo certo, si dice friday, ma tanto ci eravamo capiti lo stesso, giusto?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *