Giana Erminio – Teramo 1-2

Se il Bonolis è ormai diventato terra di conquista per chiunque militi nella serie C girone B, Gorgonzola ci restituisce un trittico di trasferte consecutive vincenti che ci hanno consegnato nove punti e una fetta importante di salvezza. Non la salvezza. Una fetta importante.

Il ritmo e aggressività imposti dalla Giana nei primi 25 minuti erano insostenibili per il Vecchio Diavolo ma alla lunga per la Giana stessa. Quando il Teramo è riuscito a metabolizzare la sofferenza e a giocare “ignorante” come è d’obbligo per chi si vuole salvare, ha lottato e ha vinto. E questa volta non è necessario tirare in ballo il culo di Ravenna e il super-culo di Albinoleffe per spiegare una vittoria tanto meritata quanto voluta “co li man e co li pit”.

È evidente che invece in casa soffriamo tanti fattori, oltre ai colpi di genio del mister (oh mister lo vedi che almeno un mediano la mezz ce lu vo, mo vedi di non fare il fenomeno con Persia che gia con Lewandoski avet fatt li dann!! )
Ad ogni modo manca poco. Non si deve mollare. Bisogna tenere duro ancora un po. Il patrimonio di questa squadra é la sua gente che ancora una volta ha portato il suo cuore e il suo sostegno incessante appresso al Teramo1913. Sono loro i veri protagonisti della vittoria, un pubblico che spicca per anni luce di distanza dal dilettantismo dei quadri societari. GRAZIE RAGAZZI!!!! Il Teramo siamo noi.
Al patron pro-tempore, che in settimana ci ha deliziato con ennesima folkloristica  intervista in una tv regionale, ricordiamo che nessuno ha mai dissotterrato le asce. Il nostro obiettivo è dare alla città quello che merita e che meriterebbe con maggiore serenità. I veri tifosi, quelli che non leccano il culo a nessuno e il cui unico interesse è il BENE del Teramo1913, non portano mai negatività. La negatività emana da chi ha sempre mostrato di avere poco a cuore i propri tifosi.
Al patron pro-tempore, che nelle interviste post-partita ci terrorizza garantendo la sua presenza anche nel futuro, ricordiamo che il suo ciclo è finito e che è buona cosa terminare il proprio percorso con dignità…. i treni persi sono già troppi, non forzi troppo la mano prendendo per il culo l’asset più importante di cui il Teramo 1913 dispone: la sua gente. In altri termini: TE NE DEVI ANDARE!!!! NO I GIOCHETTI, ANDARE!!!!!!
Ora tutti a Renate con denti e culo stretti!!!!
FORZA MAGICO DIAVOLO
VINCI PER LA TUA GENTE!!

2 pensieri riguardo “Giana Erminio – Teramo 1-2

  • 27 Marzo 2019 in 8:28
    Permalink

    Patetico..la vera gente negativa di Teramo, altro che Campitelli

    Risposta
    • 27 Marzo 2019 in 8:53
      Permalink

      Dovresti motivare con argomentazioni caro il signor Ior (il nick già racconta tutto probabilmente)

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *