Quasi buona la seconda al Bonolis… cercasi “cazzimma”

Contro la Viterbese troviamo un Teramo dal grandissimo ritmo e intensitá, soprattutti nel primo tempo, ma che raccoglie molto meno rispetto al seminato. Buono il rientro di “2g” Cianci e il suo impatto sulla partita. Peró “2g” non regge fisicamente piu di un’ora, e senza il suo peso specifico perdiamo potenziale offensivo nella parte finale del match, proprio quando e dove servivano divisioni corazzate “panzer”.

Arbitraggio pessimo come non si vedeva da tempo al Bonolis. Ci viene regalato un rigore generoso ma noi, essendo onesti, lo sbagliamo perche il pane ci piace guadagnarcelo con merito. Ma un rigore viene letteralmente inventato anche a favore della Viterbese… e qui il regalo viene invece accettato benvolentieri. Il signor Garofalo da Torre del Greco si rivela un incompetente bipartizan, ma nell’andanento della partita la sua incompetenza finisce per pesare piu su di noi che sui laziali.

Insomma, resta dell’amaro in bocca nel constatare che una partita che si poteva e doveva vincere alla fine non é stata vinta. Ma resta anche la consapevolezza che abbiamo una squadra che ama giocare a ritmi elevati. Certamente non é ancora smaliziata, cinica e cattiva come vorrebbero i suoi tifosi. Monopoli sará un banco di prova durissimo e importantissimo per capire di che pasta é davvero fatto questo Teramo1913 e che ruolo potra avere in questa stagione in girone davvero tosto (grazie Ghirelli).
Inoltre, Bombagi é un giocatore forte forte…. ma forte come non se ne vedevano da tempo a Teramo…. chi scrive gli prega la salute.

ORA MENO CHIACCHIERE SOCIAL E PIÚ SOSTEGNO, TUTTI A MONOPOLI !!!
FORZA MAGICO TERAMO RUBACI L’ANIMA.
E DEVI VINCERE
DEVI VIN-CE-RE !!!!!!

2 pensieri riguardo “Quasi buona la seconda al Bonolis… cercasi “cazzimma”

  • 28 Settembre 2019 in 12:02
    Permalink

    Il Vecchio Piviere Reportista continua a servire Report che hanno lo stesso gusto delle costatelle lasciate sulla brace, dal mastro fuochista distratto, quei 2 minuti in più.
    Preoccupato ho interpellato i miei colleghi Santi Cosma e Damiano la cui diagnosi sulla genesi delle costatelle, striminzite e senza sangue esclude stitichezza e anemia, meglio così.
    Scartata l’origine patologica della disfunzione ritengo mio dovere sfruculiare il prezioso surrene del VPR sperando in una secrezione abbondante di adrenalina tipo Vincent con Mia, ma meno diretto. Lo scopo è scongiurare altri insopportabili diasilli.
    La partita con la Viterbese conferma la qualità tecnica eccelsa dei singoli ma evidenzia in maniera netta l’incapacità di reagire della squadra, come quei pugili schermitori, puliti e chirurgici, che al primo coppino preso dall’avversario di turno, si mettono in difesa, alzano la guardia e aspettano la fine dell’incontro sperando di non prendere più altre tottò.
    Se non avessi provveduto personalmente a miracolare Pericle Tomei, nella partita contro la Cavese, spingendo fuori il pallone che, scagliato da un anonimo 21, dopo aver crepato l’incrocio dei pali rimbalzava sulla sua schiena e che quindi, come da manuale del calcio, sarebbe dovuto finire mogio mogio nella nostra porta…avremmo pareggiato pure quella.
    La squadra, fino ad ora, ha dimostrato di essere stata costruita ad immagine e somiglianza dell’algido Presidente: bella senz’anima.
    A dire il vero l’anima ce l’aveva ma è stata messa in disparte, fino all’allontanamento nel silenzio colpevole anche dei Vecchi Pivieri. Dovesse trovarsi a lottare, invischiata in posizioni scomode, con squadre di onesti e decisi carpentieri saranno guai, anche perché gli applausi finora ininterrotti del tifoso ritrovato, ancora guidati dal “mò teniamo il proggetto”, potrebbero trasformarsi rapidamente in urla calci grida e botte.
    Urge cambiare atteggiamento e lo vedremo subito: per vincere domani a Monopoli non bisogna sperare in Parco delle Vittorie e Viale dei Giardini ricoperti di casette e alberghi come farebbe l’algido, lo sanno tutti che per vincere a Monopoli ci vogliono le 4 Stazioni, la Società Elettrica e la Società Acqua Potabile, non bisogna svenarsi per comprarle ma alla lunga, gli avversari li salassi.
    Forza Teramo

    Risposta
  • 4 Ottobre 2019 in 11:18
    Permalink

    Grazie del commento signor Samberá.

    L’ultimo periodo peró non si capisce proprio, ermetismo troppo elevato per noi. De facto, da una lettura superficiale, distratta e qualunquista, i piú maligni potrebbero dedurre che lei si é quasi tirato la figurona di Monopoli
    Ma tra una costatella semi-scottata e l’altra preferiamo pensare che lei di pallone ci capisce, e non poco…

    L’importante ora é essere tutti concordi
    senza troppi ermetismi che la prossima si ta vinc.

    Grazie!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *