MONOPOLI… SA FATT NOTT!!

Dopo la partita con la Viterbese avevamo scritto che Monopoli sarebbe stato uno snodo cruciale per capire che tipo di campionato avrebbe verosimilmente fatto il Teramo 1913.

Purtroppo Monopoli ci restituisce una prestazione disarmante (oltre che inattesa). È corretto affermare che sono stati fatti un paio di passi indietro rispetto a quanto costruito sino alla partita con la Viterbese. Speriamo che si tratti di un episodio isolato. DEVE essere cosí.

Ora, perdere a Monopoli dopo un paio di incidenti difensivi iniziali, può essere nell’ordine delle cose. Ci puó stare.
Quello che invece non ci puó stare e non ci DEVE stare, é perdere nel modo in cui ha perso il Teramo in campo. Senza cuore, senza cattiveria, senza furore agonistico, rassegnati, senza tirare in porta… l’unico tiro degno di questo nome é arrivato al terzo minuto di recupero….

Scelta della formazione iniziale opinabile e cambi in corso (e in blocco) confusi, unitamente alle condizioni fisiche “precarie” di troppi giocatori schierati in campo, destano leggittime perplessitá anche in chi sino ad oggi é stato animato dal massimo rispetto ed empatia nei confronti dell’idea di calcio che mister Tedino possiede e che sostiene ci fará vedere.

Siamo del tutto empatici riguardo al discorso della squadra nuova che necessita di amalgama, siamo consapevoli che ci vuole pazienza e ne abbiamo tanta, sappiamo che c’é bisogno di tempo e noi sappiamo aspettare. Ma amalgama o non-amalgama, noi NON ACCETTIAMO prestazioni come quelle di Monopoli, questo deve essere chiaro.

Teramo è una piazza che ha risposto molto positivamente al progetto messo in campo dalla nuova società: mille e passa abbonati sono la testimonianza di una rinnovata voglia di entusiasmo. Le presenze importanti, attive, rumorose e colorate nei campi del sud in trasferte lunghissime e impegnative sono un’ulteriore prova di attaccamento e vicinanza.

Questa passione deve ora essere onorata seriamente da chi scende in campo. Non provate a castrarla!!! Non provate a dare alibi alle linguesezz che a Teramo, per motivi incomprensibili, godono delle sconfitte del 1913!! Chiudete le linee di passaggio a quelli de ” io lo avevo detto!” Soprattutto chiudetevi in quella cazzo di stanza, fate quel che dovete, ma iniziate a corciarvi le maniche, perche qui piú si va avanti piu troveremo stadi in cui ci sará da pedalare, tenere la testa bassa e… soprattutto….. LOTTARE COME BELVE FEROCI!!

Nella lotta noi saremo sempre con voi. Nella lotta noi ci siamo e ci saremo!!!

Ora abbiamo due partite casalinghe che devono servire a mostrare a tutto l’ambiente che Monopoli é stato un maledetto episodio isolato, che la nottata é passata.
É in questi momenti che bisogna essere con il Teramo1913!!! Senno quando????

TUTTI AL BONOLIS,
PER IL TERAMO1913!!!!!!!!
CON IL TERAMO1913!!!!!!!

2 pensieri riguardo “MONOPOLI… SA FATT NOTT!!

  • 30 Settembre 2019 in 10:13
    Permalink

    Ci risvegliamo come se avessimo fatto un brutto sogno! Tutte le premesse e promesse sembrano svanire come sabbia tra le dita. Tutta la città e, soprattutto, noi tifosi abbiamo creduto di esserci messi alle spalle le ultime cinque annate in cui la sofferenza (calcistica si intende) la faceva da padrona. Domeniche di martirio dove un punto, anche in casa a volte, sembrava oro colato per le mediocri prestazioni offerte dalle formazioni, rabberciate, che il buon Campitelli riusciva a mettere assieme. Ora, dopo l’avvento di Iachini e del suo staff, e l’ingaggio di Mr. Tedino, si sognavano e aspettavano ben più allegri e spensierati week end. A dire il vero noi tifosi ci saremmo accontentati anche di una onorata salvezza, magari guadagnata con quattro, cinque turni di anticipo, ma ci hanno parlato di grosse ambizioni, di serie B e anche oltre…. Invece, di domenica in domenica, non facciamo altro che raccattare figuracce su tutti i campi ed anche al Bonolis. Non ci scordiamo che se il pallone sbattuto sulla schiena di Tomei fosse entrato in rete, ora avremmo appena 3 punti… Io credo che la squadra debba darsi una scossa ma da 380volt…. I vari Arrigoni (llu bbelle Proietti) Mungo, Magnaghi, Di Matteo, Lasik, ecc. ecc. devono lottare su ogni pallone, e guadagnarsi la pagnotta ad ogni partita. Il pubblico di Teramo non ha più la voglia e la pazienza di stare a guardare le prestazioni scialbe e senza cuore della squadra. Ultima considerazione: ma non era stato fatto una specie di referendum per la maglia a strisce bianco rosse? Che fine ha fatto, che sinora non si è mai vista? Forza Teramo.

    Risposta
  • 2 Ottobre 2019 in 14:29
    Permalink

    Per me ci sono molti calciatori appagati. Tedino vuole un calcio champagne: nel girone C non lo può praticare perché fa la figura dell’idiota.Speriamo che prendano consapevolezza il prima possibile. Sinceramente è la prima volta che vedo tanti piedi buoni,però non portatori di acqua.Speriamo nella buona sorte.🤩😘❤️

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *