TUPAMAROS ALLO SBANDO

Cominciamo dai Tupamaro.
Mister Tedino aveva chiesto in settimana dei “guerrieri” in campo ma evidentemente i nostri eroi devono aver capito male il copione…. é venuto fuori uno spettacolo che, fatti salvi i primi dieci minuti del secondo tempo, i tifosi del 1913 francamente non meritavano.

Tomei puó sclerare pubblicamente e teatralmente con i suoi colleghi a fine partita (Tomé i panni sporchi si lavano nello spogliatoio!) ma la figura da acchiappagalline in quella barriera e in quella punizione l’ha fatta lui insieme – INSIEME- a mezza squadra…. cosi come ha fatto la figura del POLLO chi ha provocato una punizione inutile a difesa schierata!

Questa situazione dispiace per due motivi. Primo, si rischia di castrare una rinnovata passione verso i colori biancorossi, passione testimoniata dal nuovo clima che si respirava sin da questa estate intorno al 1913, e dal numero degli abbonamenti. Questa piazza ha bisogno di vittorie per ritrovarsi, queste situazioni la crepano! Secondo, sempre in estate, era difficile ipotizzare che avremmo vissuto sul campo certi deja vu del passato…. gli investimenti fatti e la qualitá di alcuni calciatori presi sul mercato facevano presagire ben altro….é difficile spiegare perché ci troviamo im questa fratta…

É solo un problema di manico? Onestamente mister Tedino ci sta mettendo la faccia, e ha gia pubblicamente offerto il collo alla gigliottina. Ha anche detto che il problema é nella testa. Ma le battaglie (si noti parliamo di battaglie, non di guerra) non le combattono solo i colonnelli sul campo, ma anche i generali appostati sulla collina. Le sconfitte dei colonnelli sono anche dei generali, per cui ora TUTTI devono corciarsi le maniche e dare risposte ad una tifoseria che invece sta facendo la sua parte con dignitá. Lo devono fare i “senza sangue” (definizione non nostra) in campo, smettendo di trotterellare spauriti quando aggrediti dagli avversari, lo deve fare il mister recuperando lucidita e visione della partita, e lo devono fare il GM e il DS, che hanno la responsabilitá di far girare la baracca al meglio e trovare soluzioni ai problemi.

Si parlava di guerra, che appunto é ancora lunga. La situazione bella non é, c’é poco da pazziare ma vivaiddio siamo ancora vivi, non siamo ancora alla Waterloo!!! Le risorse per raddrizzare la situazione ci sono.
Mercoledi c’é un solo risultato che puo permettere al Teramo di recuperare la serenita necessaria per poi andare in quel di Potenza come leoni.

BISOGNA VINCERE
DEVI CORRERE
DEVI VINCERE

VIN-CE-RE!!!!

Un pensiero riguardo “TUPAMAROS ALLO SBANDO

  • 7 Ottobre 2019 in 8:40
    Permalink

    Secondo me Tedino deve fare vedere alla squadra le immagini degli ultimi minuti della partita di sabato e dire ai suoi giocatori “Ess’, assamanù s’ Joc’, ma no 5 minuti, dal 1o al 95o'”.
    A quel punto, goleador o non goleador, Infantino o Lapadula o Donnarumma, la palla prima o poi entra

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *