E sono 4…. n’avame fatt nind!!!

Quarta vittoria consecutiva del Vecchio Diavolo, cosa che non accadeva dalla notte dei tempi dalle nostre parti.
Vittoria meritata e mai stata in discussione, contro una squadra non facile da affrontare, e non venuta a Teramo a fare vacanza.

Il Teramo 1913 sa ora quello che deve fare in campo e sa come farlo con consapevolezza e qualitá. Il futuro di questo campionato ci fa alzare lo sguardo verso l’alto, non solo perché la classifica é ora oggettivamente “bella”, ma perche abbiamo un progetto, un allenatore e calciatori importanti per la categoria. Una brigata che potrebbe guastare la festa a chiunque. A chiunque.

Oggi la menzione speciale va a Carlo Ilari. Un calciatore arrivato a Teramo in stagioni dure e difficili, che ha preso parole, e che una volta tornato ha saputo stringere i denti nella prima parte di campionato, per poi raccogliere quanto seminato. Ci sembra che al momento questo ragazzo impersonifichi al meglio lo spirito 1913. Avanti cosi!!
E siccome siamo soliti riconoscere i meriti, oltre che criticare da tifosi isterici che siamo, non si puó non riconoscere il merito alla societá Teramo Calcio di avere tenuto duro su mister Tedino, li dove il 60% della piazza reclamava una testa servita su un vassoio d’argento. Altro che testa, il vassoio sembra pieno di mazzarelle…. Chapeau.

Ma é ancora presto per i bilanci. N’avam fatt ancor nind.
N’avam vint nind.
Testa bassa, umiltá a tutta e testa e cuore alla prossima difficile trasferta di Picerno, dove facile non sará.

FORZA MAGICO TERAMO
NN TI FERMÁ
NN TI FERMAAAAAAA

2 pensieri riguardo “E sono 4…. n’avame fatt nind!!!

  • 4 Novembre 2019 in 3:13
    Permalink

    È vera anche questa considerazione : n’avame ancore fatte ninde. Però, quantomeno, ci siamo scrollati di dosso quei timori iniziali, anzi, quegli equivoci tattici che avevano ingabbiato le grandi potenzialità di questa squadra. Come speravamo, mister Tedino, che indubbiamente sa il fatto suo, ha saputo equilibrare l’assetto e finalmente i frutti stanno arrivando. Volendo fare “li scruccuje” come si dice a Terme, il reparto punteros dovrebbe ancora meglio affinare le spade, ma sicuramente il tempo darà ragione alle scelte dell’allenatore. Dodici punti in 4 gare non li ricordavamo dai tempi di Lapadula e Donnarumma. Speriamo che l’incantesimo duri ancora e che si possano godere momenti ancora migliori, senza patemi. Le gare dure sono alle porte:Ternana, Bari, Reggina, Catania, ma la speranza ora c’è e la forza pure. Forza Teramo.

    Risposta
    • 6 Novembre 2019 in 7:08
      Permalink

      La gara dura cumpà è già domenica prossima col Picerno, nuovamente a Potenza dove pur giocando, ma con una classifica pesante alle spalle, lasciammo inopinatamente punti. E allora caro amico non fa lu solit spaccon. Giocare partita dopo partita nghe lu sangue a li dind e pu faciame li cunt. Forza magico. Domenica a potenza con te!!!! Sempre

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *