Scivolone ma senza grosse conseguenze

Per chi non lo sapesse il calcio è fatto anche di sconfitte, esistono gli avversari e certe volte sono anche forti. Ma esistono sconfitte dove è palese che il “merito” è buona parte di chi perde. Un segnale positivo perché dimostra che gli avversari, anche quelli più strutturati, non ti sono superiori…anzi….hanno solo approfittato delle tue debolezze, della tua giornata storta.

Come accaduto col Caranzaro, campo Tabù, che a fronte di un Teramo in difficoltà ha dovuto sudare le cd sette camicie per condurre in porto la gara.
Non sottovalutiamo questo aspetto.

Una squadra debole ieri avrebbe preso dalle quattro alle cinque pere….ma non questo Teramo. Si gioca male, si perde, ma solo uno a zero con l’avversaria esultante al triplice fischio come se avesse scalato l’Everest senza bombole di ossigeno.
La nostra sensazione è quella di chi, pur nella giornata amara, rimane orgoglioso di questi ragazzi, del loro ardore, della loro forza.
Confermiamo di essere una squadra solida, importante con giocatori perfettamente all’altezza…..manca veramente poco per provare a sognare. Sarebbe un peccato non provare a giocarsela fino in fondo.

In fin dei conti le analogie col 2015 sembrano esserci tutte. Forse a noi manca la classica “bocca di fuoco”….ma questa Ternana e questo Bari assomigliano tremendamente a quell’Ascoli e a quella Reggiana.

Ora testa al Catania….

Forza vecchio cuore Biancorosso

One thought on “Scivolone ma senza grosse conseguenze

  • 13 Novembre 2020 in 11:19
    Permalink

    Come giustamente evidenziato nel Report, esistono gli avversari forti, forse più forti di te, e quindi si perde. Ci sta il fatto di perdere a Catanzaro – campo notoriamente ostico per il ns Teramo – ma un appunto mi sento di farlo alla società che quest’anno si sta comportando in maniera quasi perfetta. La mancanza di un bomber alla Pulitelli o Lapadula, tanto per citare due tra i più famosi, è fatto grave. Senza nulla togliere ai vari Bunino, Gerbi (???) e Pinzauti (ottimo nella fase di impostazione) ma un uomo da area, un realizzatore da doppia cifra avrebbe reso questa squadra invincibile o quasi. Lo so, noi tifosi siamo incontentabili ma, l’abbiamo visto tutti, appena Ilari cala di intensità e non bazzica l’area di porta, i gol non arrivano e se non fai gol non vinci… Forza Teramo, sempre.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *