Un deciso passo indietro… così non va!

Pareggiare contro la Vibonese si può. Pareggiare, rischiando di perdere, contro una squadra ridicola, tra le peggiori viste al Bonolis non solo quest’anno ma dal giorno della sua inaugurazione, non ve la possiamo perdonare.
Non crediamo sia il caso di addentrarci  in considerazioni tecnico tattiche che sanno di presa per il culo. Troppo evidente la prestazione ridicola, figlia di una supponenza che non vi dovrebbe appartenere. Siamo soliti giustificare anche le sconfitte e le prestazioni di merda, trovando molto spesso l’aspetto positivo che risiede in ogni passo falso, ma oggi non troviamo un cazzo niente che possa giustificare un pareggio che sa molto di umiliante sconfitta. Troppe le schifezze “ammirate” in novantacinque minuti. A partire dalla condizione fisica e mentale di alcuni, per finire al solito problema della mancanza di un vero uomo gol. In attacco li abbiamo provati tutti e tre.
#Perlamoredellamadonna
Salviamo Pinzauti che la porta quanto meno la intravede, sugli altri due stendiamo, un velo pietoso. Imbarazzanti.
Altro aspetto che non riusciamo a comprendere e il perché una squadra come il Teramo debba far marcire in panchina uno come Mungo. Non è ammissibile, non è una cosa normale. Il suo ingresso scandalosamente TARDIVO ha dato vitalità ad un gruppo di zombie che fino ad allora aveva passeggiato per tutto il campo, sbagliando l’impossibile e non producendo nulla contro l’ultima in classifica, una corazzata di marzapane che fino ad oggi aveva subito canestri di gol. Viene da chiederci, ahimè,  se certe scelte di formazione o di cambi in corsa siano dettati da imposizioni dall’alto o meno. I minutaggi saranno certo importanti per far quadrare i conti, ma è inaccettabile assistere a certe prestazioni e… a certe scelte!
Siamo delusi, fortemente delusi. L’involuzione appare evidente  come appare evidente che per tornare ad ammirare il Teramo di qualche mese fa abbiamo bisogno che tutti ritrovino la forma giusta e che gli infortunati riprendano più forti di prima.
Sicuramente lo fara’ Diakite’, per Lasik e Minelli riteniamo l’evento altamente improbabile.
Il terzo posto è in pericolo ma allo stato delle cose è grasso che cola…..proviamo a conservarlo.

Ora vergognamoci di brutto e ritroviamo quanto prima la forma perduta.

2 pensieri riguardo “Un deciso passo indietro… così non va!

  • 20 Dicembre 2020 in 16:00
    Permalink

    Cavese e Bisceglie, ultima e penultima di questo strano campionato che già ha assegnato il primo posto alla Ternana, avrebbero dovuto rilanciarci con doverosi 6 punti verso i playoff, ma il programma è già saltato e speriamo almeno di farne 4. Concordo pienamente il report del Piviere che, come sempre, individua per ogni partita il nocciolo della questione. Involuzione preoccupante del Teramo ma soprattutto sul piano fisico. Il pressing che ci ha caratterizzato nelle prime uscite ora dura appena 5-10 minuti. Se posso vorrei anche criticare alcune scelte tattiche del mister che, oltre alle disposizioni di senso economico da parte della società, dovrebbe anche valutare l’equilibrio della squadra e le condizioni fisiche di alcuni calciatori – vedi Bomba – ma anche Ilari. Comunque testa a Bisceglie e riportiamo 3 punti e l’entusiasmo che appare purtroppo un po perso. Forza Magico Teramo.

    Rispondi
  • 20 Dicembre 2020 in 17:56
    Permalink

    D’accordo su tutto, non su Minelli giocatore che si sta allemando da solo da agosto fuori Teramo e che praticamente e come se non se facesse parte di questo gruppo, anzi proprio non ne fa parte e fossi in Iachini andrei alla rescissione consensuale, a meno che non voglia continuare a buttare soldi per questo ragazzo, a cui per carita’ auguro di rimettersi presto ma a noi in un anno e mezzo non ha fatto vedere nulla giocando 3 partite(spezzoni) su 30 gare. Diverso il discorso di Lasik che ha giocato quasi sempre e che probabilmente rientrera’ ad anno nuovo(si spera la prima gara dell’anno nuovo) e di Lasik.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *