Vorrei ma non posso

Pareggio che accettiamo di buon grado. Se non altro perché abbiamo la netta impressione di cominciare ad intravedere il Teramo vero, quello bello e arrapante di inizio campionato ma soprattutto perché, alla luce dei risultati del turno infrasettimanale, vincere nel girone di ritorno non è mai facile per nessuno. Noi al contrario di altri le partite le dominiamo. Non segnamo nemmeno con il “lapis” questo è un dato di fatto ma se la punta ingarrata non arriva avojie a provare di sbucare il cemento armato a cocciate……tecnicamente impossibile e alquanto doloroso.
Siamo altresì consapevoli che che un poco di rogna ce la portiamo appresso…
vedi Pinzauti che a un metro dalla porta…di testa…centra in pieno il portiere avversario…..
vedi il buon Pedro Costa Ferreira che a porta spalancata, anziché sfondare la rete, ciabatta un pallone al volo….passi per un giocatore dello Sri Lanka inammissibile per un portoghese.
Mettiamoci pure gli infortunii a Birligea e Mungo, splendidi interpreti delle ultime gare e i Santi del calendario sono belli che finiti.
Il Foggia non è stato mai pericolo, ma almeno ha la scusante di non aver mai visto la palla….noi al contrario l’abbiamo avuta sempre tra i piedi con pochissimo costrutto.
E’ un limite evidente di una squadra che con un maggiore peso offensivo avrebbe potuto battagliare col Bari per il secondo posto. Non siamo delusi…siamo arrabbiati (da tifosi) per quello che ogni domenica potrebbe essere ma non è….insomma ci manca sempre quel famoso soldo per fare una lira
Ma siamo altrettanto consapevoli del palcoscenico che stiamo calcando, non facile, sicuramente molto prestigioso……
Vicino a noi c’è chi senza storia, senza squadra, senza dignità galleggia nel letame e balza agli “onori” delle cronache solo grazie alle performance di un telecronista “scemo” dalla nascita. D’altronde ognuno ha la categoria e i telecronisti che merita. Nulla accade mai per caso.
Per quanto ci riguarda….va bene così….AVANTI DIAVOLO

One thought on “Vorrei ma non posso

  • 4 Febbraio 2021 in 18:00
    Permalink

    Lettura obiettiva da parte del Piviere della partita che non ha mai avuto i connotati di una sfida ma, bensì, del non facciamoci male. Si sente dire da più parti che la gestione di questo anno è soprattutto incentrata al contenimento delle scelleratezze del primo approccio della nuova dirigenza che, mal consigliata (sembra), abbia fatto il passo più lungo della gamba e quindi, causa anche della pandemia covid, non ha permesso il lusso di una punta che potesse concretizzare il buon lavoro (sterile) della squadra. A me personalmente ” me pare na strunzate”. Non credo che un prestito o un contratto a tempo fino a giugno/luglio non potessero essere sostenuti. Comunque, siamo contenti lo stesso e ce li facciamo bastare. Non siamo la Ternana né tanto meno il Bari, anche se ce l’avevano fatto credere…. Forza Teramo

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *