Un Mercoledì… delle ceneri!

Lo scempio continua. Deciso e inarrestabile. Ci siamo sempre sforzati in passato di  accompagnare con maggiore positività le batoste rispetto alle vittorie. Ma da qualche mese francamente facciamo fatica a trovare un senso logico a quanto visto in campo. Speriamo ci si renda conto che tanto, troppo, di nostro ci stiamo mettendo. Perché questa squadra non è nata scarsa, ci è diventata oppure fa di tutto per farlo sembrare riuscendoci alla grande. A poco servono le giustificazioni di facciata, alcune al limite del grottesco, perché in fin dei conti…è vero che siamo una piazza tranquilla, votata al sacrificio, ma la nostra storia ci ha insegnato a cogliere molto più il senso delle sconfitte rispetto a quello delle (poche) vittorie…… e questa sconfitta, per come è maturata, non è paragonabile alle altre e non ha alcun senso. Ancor meno e’ figlia della mancata punta. La crisi caro Mister Paci è evidente.
NON CI PRENDIAMO PER CULO
Lo è fisica, mentale, tecnico e tattica.
Se consideriamo questa battuta d’arresto  l’ennesimo, inaspettato, incidente di percorso sarà la prima di una interminabile serie.
I problemi fisici dal canto loro continuano a minare questa gruppo di ballerine fuori tempo che oggi vagavano per il campo in totale confusione. Domati con relativa facilità da una squadra umile e cinica.
Infortuni su infortuni, ricadute su ricadute…..un crescendo inarrestabile del quale l’attuale staff medico dovrebbe assumersi le proprie responsabilità.
Auspichiamo un cambio di rotta ma lo riteniamo assai improbabile. Quelli visti ieri con la maglia biancorossa, salvo poche eccezioni, Arrigoni e Santoro su tutti, non inducono all’ottimismo. Castellammare di stabia rischia di essere l’ennesima triste rappresentazione di una squadra che ad oggi, a parte Bari, utilizzata come vetrina da gente in scadenza di contratto, ha saputo solo offrire il peggio di sé.

I quadri societari, infine, che hanno messo in piedi questa squadra, tolgano il mister in confusione dall’Imbarazzo, spiegando senza fuffa ai propri clienti/utenti/tifosi i motivi di questa involuzione tecnica, fisica e motivazionale, che sembra andare ben oltre il fisiologico calo dettato dai bioritmi umani e dal marzapane caratteriale di taluni fenomeni.

Pretendiamo rispetto e vogliamo risposte, sia fuori che dentro il campo…

One thought on “Un Mercoledì… delle ceneri!

  • 18 Febbraio 2021 in 12:01
    Permalink

    Ineccepibile il commento. Vorrei aggiungere queste considerazioni: lo scorso campionato alla 23esima giornata vantavamo 34 punti ed il settimo posto in classifica, il che costò la panchina al tanto disprezzato Tedino. Quest’anno siamo in situazione peggiori (stesso punteggio e posizione) ma con 2 giornate in più. Per l’amor di Dio, la colpa non sarà tutta del Mr. Paci, ma un po’ del suo ce lo sta pure mettendo, intestardendosi sempre con lo stesso medesimo modulo che più anemico di così si muore. E quindi suggerisco di provare a cambiare, magari con due punte (quali?) e Bomba trequartista, o Mungo. Insomma, visti i deludentissimi risultati, proviamo a fare qualcosa di diverso caxxo! Forza Teramo, non molliamo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *