vecchipivieri.com il blog dei tifosi del teramo

. . . il sito dei tifosi del Teramo Calcio

Il Report
cc

Il Blog dei tifosi del Teramo

Il Report del Piviere 

Ancona - Teramo = 0-1

di Staff

Piazzata la prima bandierina...

Finalmente si torna a gioire fuori casa.

Vittoria di platino, importantissima, vitale, che aggiunge ancora più valore ai tre punti conquistanti contro la Samba-Merda.
Partita condizionata mentalmente dalla classifica e tecnicamente, almeno per noi, da un campo infame, palcoscenico fino a pochi anni fa di gare di serie A ridotto oggi ad una orrenda distesa di buche.
Non era facile giocare ma lo abbiamo fatto comunque con impegno e ai limiti delle nostre possibilità.
Primo non perdere è il motto di Ugolotti, scelta brutta a vedersi ma inevitabile che sembra dare i suoi frutti.
In un contesto dove si scontravano due squadre che fino a poche giornate fa occupavano mestamente l’ultimo posto in classifica, pretendere di andare a dettare legge o addirittura regalare gol e spettacolo significa di non aver ben compreso la situazione nella quale ci troviamo e soprattutto "chi siamo e da dove veniamo".
Oggi conta solo il risultato tutto il resto, solo futili dettagli.
Il passo avanti è stato compiuto ma il ciglio del burrone è ancora pericolosamente vicino, non siamo nelle condizioni di poter abbassare la guardia. Gli scontri diretti con le concorrenti sono tutti a nostro sfavore il che significa NON SONO AMMESSI ERRORI, ogni punto perso, ogni minima distrazione potrebbe vanificare irrimediabilmente tutti gli sforzi.
Un plauso veramente a tutti... quasi tutti.
A quelli capaci di imprimere la svolta decisiva a questa squadra, come l’immenso Spighi, splendido giocatore dal valore assoluto, al bravissimo Barbuti elemento per impegno e qualità tecniche a nostro avviso irrinunciabile in questo finale di campionato, a Narciso, una sicurezza che si conferma tale giornata dopo giornata e ai tanti della vecchia guardia finalmente tornati prepotentemente ai loro livelli. Un grazie anche a chi di più non riesce a dare perché non può ma che comunque, nel suo piccolo, lotta e suda senza esclusione di colpi.
In questo particolare momento non possiamo affidare nulla al caso… è in gioco il nostro futuro
I migliori nel fisico e nella mente devono giocare SEMPRE E COMUNQUE, chi non riesce a dare o peggio ancora non ha alcuna voglia di offrire tutto se stesso perla nostra causa DEVE ANDARE A FARE IN CULO !
A chi come noi vive di Teramo 365 giorni l’anno, a chi come noi affronta enormi sacrifici per seguire ed incitare la squadra in ogni stadio d’Italia (anche ieri 200 leoni sugli spalti) poco importa di accordi e clausole di contratto, poco importa di eventuali minutaggi del cazzo garantiti a prescindere grazie ai "vitalizi" di una fulgida carriera fatta di gol e personalità costruita altrove al solo uso e consumo di altre piazze.
Noi siamo il TERAMO e chi vuole il nostro rispetto lo deve dimostrare a NOI, con la nostra gloriosa maglia intrisa di sudore.
Se ti chiami Sansovini e dovevi essere un valore aggiunto di classe ed esperienza ma per questa maglia non hai la forza di lottare, non hai la voglia e la personalità per andarteli a prendere certi palloni quando non ti arrivano, perché attorno non hai giocatori da serie B o serie A ma modesti operai del pallone, ci sta bene, la scusa dell’età depone a tuo favore ma se sei veramente un uomo con le palle, accordi “premio” a parte, deponi le armi e lasci spazio a chi potrebbe condurci alla salvezza con grinta e determinazione.
Il misero, scialbo compitino che svolgi ad ogni partita non ci basta… RIBADIAMO che è in gioco il nostro futuro e del tuo passato la nostra piazza se ne sbatte altamente i coglioni.
O ti svegli e dai tutto dell'enorme bagaglio che è nelle tue notevoli corde oppure FUORI DAL CAZZO!!!
Sarai anche un grande calciatore, forse l’unico ad un certo livello presente in rosa, ma i fatti dicono che ad oggi rappresenti uno dei più grossi bidoni della nostra ultra centenaria storia.
Svegliati per dio !!!

Domenica altra epica battaglia da vincere TUTTI ASSIEME, la città DEVE RISPONDERE PRESENTE, il catino del Bonolis deve tornare a ruggire e a decidere in positivo le sorti di questa maledettissima stagione. AVANTI DIAVOLO!!!

FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO


gli ultimi messaggi dal muro...
di Staff il 12/05/2018 alle 22:54:55    
Il Report del Piviere SIAMO SALVI di Staff ora però BASHTA Bene, siamo salvi, abbiamo conservato la serie C, patrimonio cittadino. Per la prima volta nella storia, una decisione di un organo di giustizia sportiva non ha preso a calci in culo il Teramo1913. Questa cosa ci meraviglia, ma in realtà l'organo in questione ha semplicemente fatto il proprio dovere: far applicare i regolamenti. Evidentemente avere il Santarcangelo e non l'Ascoli Picchio come parte avversa deve avere aiutato. Passata la soddisfazione per questa notizia, prendiamo il mantenimento della categoria come come spunto per un paio di riflessioni. Ribadiamolo ancora una volta: la serie C è un asset prezioso ed importantissimo per questa città, un simbolo di mancata resa, una conquista meritata da buona parte della tifoseria teramana che ha cercato di tenersela stretta come ha potuto. Categoria meritata da parte dei tifosi. Fin qui tutto chiaro. I problemi sorgono nel momento in cui guardiamo il verdetto del campo. Qui constatiamo che il Teramo1913 è stata la squadra più scarsa del girone B. Siamo tutti concordi nel ritenere che se il Teramo avesse incrociato sul campo il Vicenza "fallito", avrebbe avuto elevatissime probabilità di retrocedere. Raramente ci è capitato di vedere una squadra cosi vuota di contenuti morali. Raramente ci era capitato di vedere gli attaccanti biancorossi totalmente a secco (abbiamo statistiche e confronti impietosi con il passato... ma non vogliamo evidentemente infierire). E purtroppo, questa non è stata un'annata isolata, di quelle nate storte ecc. ecc. No, questa è stata la brutta copia, se possibile, della pessima stagione dello scorso anno, quella dell'incubo nei play out del salvataggio di Caidi sulla linea contro il Real Madr... il Lumezzane.... E se permettete... il tifoso guarda le partite sul campo, soffre con la squadra in campo, guarda i gesti tecnici, i tiri, la grinta, la cattiveria le corse in campo. Il tifoso non guarda se la Società paga gli stipendi (ovviamente il tifoso è contento se la Società paga regolarmente gli stipendi ai suoi dipendenti, ma non è questo che alimenta la sua passione). E sul campo abbiamo visto il NULLA. Ora, se pensate che qui ci metteremo a colpevolizzare il portiere Z, l'attaccante X o il centrocampista Y, vi sbagliate di grosso. Ovviamente ci hanno fatto bestemmiare. E pure di brutto. Ma le responsabilità vanno date a chi compete nella catena di comando. Quindi alla Società, che senza imparare nulla dal passato riguardo a Ds, allenatori e calciatori, ha fatto anche peggio dell'anno precedente. E a Teramo la Società è Luciano Campitelli. A noi fa piacere che si presenti in uno studio televisivo di una TV locale con la felpa del Teramo con orgoglio. È anche giusto che si attribuisca i meriti della salvezza per aver pagato regolarmente gli stipendi (cosa che il Santarcangelo non ha fatto... la normalità e fare il proprio dovere sono diventati in questo calcio e in questo paese meriti da sbandierare). Ma è del tutto inaccettabile la mancanza di una vera seria autocritica per un triennio calcistico da incubo che ha spaccato, logorato ed esasperato una tifoseria sin troppo benevola e comprensiva. Sempre nello studio televisivo della TV locale, dinanzi ad un presentatore gongolante, il Presidente Campitelli è stato vago sul futuro, dando ad intendere che in sostanza vorrebbe condividere la gestione del 1913 con altri imprenditori, "pochi ma buoni". Ci sono? Dove sono? Chi sono? Praticamente il nulla... Ennesima mezza presa per il culo. Beh, noi qui ci siamo rotti. Riconosciamo a Campitelli di avere fatto un ottimo lavoro nei Dilettanti (grazie per questo), ma l'incapacità di fare altrettanto nei professionisti è sotto gli occhi di tutti (almeno di chi vuol vedere). Francamente non ne possiamo più di essere la Bad Company del Pescara. Riteniamo che un ciclo sia arrivato, per ovvi motivi, al capolinea. Piuttosto che fare chiacchiere sterili in TV, Campitelli dovrebbe adoperarsi concretamente per cedere la Società "a chi è meglio di lui", come sostiene da anni. Per una volta faccia quello che ha detto!! Per inciso, a noi farebbe stare molto male dover ripartire da Pianella: non stiamo qua a fare i fenomeni, sarebbe uno scenario molto duro da digerire, ma siamo disposti ancora a mangiare questa merda se può servire al Teramo 1913 per ritrovare una logica, una dignità, obiettivi, stimoli, motivazioni, unità di intenti, senso di appartenenza e ambiente compattato. Siccome prevediamo che per il 18/19 il solito Campitelli sarà sempre li, a proporre il suo One Man Show e le sue stagioni da incubo per i tifosi (ma sempre acclamato dalla sua claque), lo diciamo molto chiaramente: CON NOI, CREDITO FINITO. BASHTA!!!!
 
di Staff il 07/05/2018 alle 21:40:13    
Il Report del Piviere Teramo vs Reggiana 3-3 di Staff Conquistala per Noi!!! TESTA BASSA E PEDALARE... SALVIAMO QUESTA CAZZO DI CATEGORIA COMUNQUE VADA, DAL 29 MAGGIO, NEL BENE O NEL MALE NE AVREMO PER TUTTI NESSUNA PIETÀ. FORZAVECCHIOCUOREBIANCOROSSO
 

Documento senza titolo

www.vecchivieri.com - il blog dei tifosi del teramo calcio - mail: info@vecchipivieri.com