vecchipivieri.com il blog dei tifosi del teramo

. . . il sito dei tifosi del Teramo Calcio

Il Report
cc

Il Blog dei tifosi del Teramo

Il Report del Piviere 

Teramo - "Eroi contemporanei" = 1-2

di Staff

Dark Saturday

Batosta dolorosa e molto preoccupante. Per certi veri anche immeritata ma che deve far riflettere. Non abbiamo giocato male... anzi per un tempo la gara era sotto il nostro pieno controllo. Bacio Terracino e Tulli a regalare giocate di alta classe e un insieme di squadra che al netto della solita sterilità offensiva ha saputo offrire un ottimo primo tempo... una superiorità evidente che si è concretizzata con il meritato vantaggio ad inizio ripresa.
Ma la mediocrità di questa rosa è evidente laddove l'avversario decide di rimescolare le carte e la partita si sposta dal campo alle panchine.
Gli allenatori a questo punto sono chiamati ad effettuare delle scelte e la differenza di valori, anche in panchina, è stata a dir poco imbarazzante.
Fermo restando la qualità dei "panchinari" vicentini... è stato l'incapace Asta a fare la differenza... con le sue scelte cervellotiche ha trasmesso insicurezza alla squadra servendo su un piatto d'argento la vittoria ad un Vicenza che sarà anche fallito, mangeranno anche panini a pranzo, ma a livello tecnico è almeno di otto spanne superiore alla nostra rosa.
Per fare un Giacomelli ci vogliono almeno SETTE Ilari... tanto per fare un esempio.
Una fragilità psicologica oltre che fisica e tecnica... rischiano seriamente di compromettere la permanenza in categoria.
Prendiamo atto che dal mercato non ci possiamo aspettare nulla. La cessione di Foggia è stato di fatto l'unico grande colpo... essersi liberati di uno dei peggiori giocatori mai visti a Teramo non era affatto semplice... una mandrakata che se da un lato ci fa esultare dall'altro non garantirà la tranquillità necessaria.
E' rimasto Barbuti... grande cuore ma non sarà sufficiente... ci vogliono i giocatori... quelli veri.
Abbiamo di nuovo sfidato la sorte... anche quest'anno abbiamo provato, per ragioni di bilancio, a fare le nozze con i fichi secchi ma difficilmente a Maggio ritroveremo il buon Caidi sulla linea della porta... difficilmente il culo tornerà ad assisterci.
La situazione è molto grave... questi ragazzi guidati in panchina da chi sembrava essere un vero condottiero ma si è ben presto rivelato non all'altezza hanno assoluto bisogno di una figura che sappia infondere loro sicurezza e consapevolezza dei propri mezzi.
A tal proposito gradiremmo conoscere anche le impressioni di chi questa squadra l'ha costruita di chi ha programmato gli acquisti, trovato l'allenatore e scelto il modulo di gioco da proporre.
Gradiremmo conoscere giornata dopo giornata le mutazioni, sia positive che negative, di un gruppo che potrebbe offrire molto di più di quello che fino ad oggi è stato messo in condizione di dare.
Gradiremmo insomma conoscere il pensiero di Giorgio Repetto... ad oggi figura leggendaria come il Mostro di Loch Ness...
Un Direttore Sportivo (fantasma) che all'indomani di una sconfitta così delicata lascia parlare un po’ tutti inizia a non convincerci nei modi e nell'approccio ad una realtà che, in questo particolare momento, avrebbe bisogno di un vero condottiero, un uomo di calcio esperto, una guida forte e sicura.
Un Direttore Sportivo che non prende orgogliosamente il posto del proprio allenatore, che per ovvi motivi dovrebbe tacere, all'indomani di una cocente sconfitta, ascrivibile al 90% a scelte tecniche, ci convince ancora meno.
Probabilmente sarà presente nel chiuso dello spogliatoio... ma i segnali forti andrebbero dati anche all'esterno... anche noi avremmo diritto di conoscere stati d'animo e aspettative dal più alto in grado nella sfera tecnica.
Per quello che ci riguarda l'unico segnale di presenza... lo abbiamo colto attraverso una intervista concessa qualche mese fa al blog di Gianluca Di Marzio... un promozionale a solo uso e consumo della sua figura professionale.
Qualcosa non quadra. Avevamo ben altre aspettative e pensavamo di avere trovato l'uomo giusto al posto giusto.
Ultima annotazione sulla "Favola Vicenza"... quelli che sono scesi in campo ieri non sono degli eroi contemporanei ma dei professionisti che hanno trovato un accordo... l'accordo che garantirà di prendere una parte di quanto dovuto... chi vuol capire capisca... chi non vuol capire non capisca ma la smetta di scartavetrare le palle n'ghe sa cazz di storia da "libro cuore".

Detto ciò... per chi ama questi colori TUTTI A RAVENNA adesso più che mai... per gli altri sbrigatevi a scendere dal carro dei vincitori che ci sarà da battagliare ed abbiamo assoluto bisogno di spazio... ci rivedremo a bordo quando ci sarà da esultare.

FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO


gli ultimi messaggi dal muro...
di Staff il 12/05/2018 alle 22:54:55    
Il Report del Piviere SIAMO SALVI di Staff ora però BASHTA Bene, siamo salvi, abbiamo conservato la serie C, patrimonio cittadino. Per la prima volta nella storia, una decisione di un organo di giustizia sportiva non ha preso a calci in culo il Teramo1913. Questa cosa ci meraviglia, ma in realtà l'organo in questione ha semplicemente fatto il proprio dovere: far applicare i regolamenti. Evidentemente avere il Santarcangelo e non l'Ascoli Picchio come parte avversa deve avere aiutato. Passata la soddisfazione per questa notizia, prendiamo il mantenimento della categoria come come spunto per un paio di riflessioni. Ribadiamolo ancora una volta: la serie C è un asset prezioso ed importantissimo per questa città, un simbolo di mancata resa, una conquista meritata da buona parte della tifoseria teramana che ha cercato di tenersela stretta come ha potuto. Categoria meritata da parte dei tifosi. Fin qui tutto chiaro. I problemi sorgono nel momento in cui guardiamo il verdetto del campo. Qui constatiamo che il Teramo1913 è stata la squadra più scarsa del girone B. Siamo tutti concordi nel ritenere che se il Teramo avesse incrociato sul campo il Vicenza "fallito", avrebbe avuto elevatissime probabilità di retrocedere. Raramente ci è capitato di vedere una squadra cosi vuota di contenuti morali. Raramente ci era capitato di vedere gli attaccanti biancorossi totalmente a secco (abbiamo statistiche e confronti impietosi con il passato... ma non vogliamo evidentemente infierire). E purtroppo, questa non è stata un'annata isolata, di quelle nate storte ecc. ecc. No, questa è stata la brutta copia, se possibile, della pessima stagione dello scorso anno, quella dell'incubo nei play out del salvataggio di Caidi sulla linea contro il Real Madr... il Lumezzane.... E se permettete... il tifoso guarda le partite sul campo, soffre con la squadra in campo, guarda i gesti tecnici, i tiri, la grinta, la cattiveria le corse in campo. Il tifoso non guarda se la Società paga gli stipendi (ovviamente il tifoso è contento se la Società paga regolarmente gli stipendi ai suoi dipendenti, ma non è questo che alimenta la sua passione). E sul campo abbiamo visto il NULLA. Ora, se pensate che qui ci metteremo a colpevolizzare il portiere Z, l'attaccante X o il centrocampista Y, vi sbagliate di grosso. Ovviamente ci hanno fatto bestemmiare. E pure di brutto. Ma le responsabilità vanno date a chi compete nella catena di comando. Quindi alla Società, che senza imparare nulla dal passato riguardo a Ds, allenatori e calciatori, ha fatto anche peggio dell'anno precedente. E a Teramo la Società è Luciano Campitelli. A noi fa piacere che si presenti in uno studio televisivo di una TV locale con la felpa del Teramo con orgoglio. È anche giusto che si attribuisca i meriti della salvezza per aver pagato regolarmente gli stipendi (cosa che il Santarcangelo non ha fatto... la normalità e fare il proprio dovere sono diventati in questo calcio e in questo paese meriti da sbandierare). Ma è del tutto inaccettabile la mancanza di una vera seria autocritica per un triennio calcistico da incubo che ha spaccato, logorato ed esasperato una tifoseria sin troppo benevola e comprensiva. Sempre nello studio televisivo della TV locale, dinanzi ad un presentatore gongolante, il Presidente Campitelli è stato vago sul futuro, dando ad intendere che in sostanza vorrebbe condividere la gestione del 1913 con altri imprenditori, "pochi ma buoni". Ci sono? Dove sono? Chi sono? Praticamente il nulla... Ennesima mezza presa per il culo. Beh, noi qui ci siamo rotti. Riconosciamo a Campitelli di avere fatto un ottimo lavoro nei Dilettanti (grazie per questo), ma l'incapacità di fare altrettanto nei professionisti è sotto gli occhi di tutti (almeno di chi vuol vedere). Francamente non ne possiamo più di essere la Bad Company del Pescara. Riteniamo che un ciclo sia arrivato, per ovvi motivi, al capolinea. Piuttosto che fare chiacchiere sterili in TV, Campitelli dovrebbe adoperarsi concretamente per cedere la Società "a chi è meglio di lui", come sostiene da anni. Per una volta faccia quello che ha detto!! Per inciso, a noi farebbe stare molto male dover ripartire da Pianella: non stiamo qua a fare i fenomeni, sarebbe uno scenario molto duro da digerire, ma siamo disposti ancora a mangiare questa merda se può servire al Teramo 1913 per ritrovare una logica, una dignità, obiettivi, stimoli, motivazioni, unità di intenti, senso di appartenenza e ambiente compattato. Siccome prevediamo che per il 18/19 il solito Campitelli sarà sempre li, a proporre il suo One Man Show e le sue stagioni da incubo per i tifosi (ma sempre acclamato dalla sua claque), lo diciamo molto chiaramente: CON NOI, CREDITO FINITO. BASHTA!!!!
 
di Staff il 07/05/2018 alle 21:40:13    
Il Report del Piviere Teramo vs Reggiana 3-3 di Staff Conquistala per Noi!!! TESTA BASSA E PEDALARE... SALVIAMO QUESTA CAZZO DI CATEGORIA COMUNQUE VADA, DAL 29 MAGGIO, NEL BENE O NEL MALE NE AVREMO PER TUTTI NESSUNA PIETÀ. FORZAVECCHIOCUOREBIANCOROSSO
 

Documento senza titolo

www.vecchivieri.com - il blog dei tifosi del teramo calcio - mail: info@vecchipivieri.com