vecchipivieri.com il blog dei tifosi del teramo

Il Report
Il Muro Note legali
dd

Per lasciare un messaggio sul Muro basta inserire nickname e la password nell'Area Riservata. Clicca qui
Il muro dei vecchi pivieri
127623 messaggi
Innamorato di TE

19/07/2018; 18:27:28

Un abbraccio a tutti i ragazzi della Reggiana. Tenete duro!
 
Staff

19/07/2018; 18:03:43



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 9!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N. 9

Negli ultimi anni i risultati sportivi sono stati molto deludenti.

Ritiene che ci siano sue dirette responsabilità in merito oppure le attribuisce esclusivamente ai collaboratori che si sono succeduti, sempre prontamente epurati?

Quali sono le strategie individuate per invertire il trend negativo iniziato nel 2015 e per riportare entusiasmo in una piazza "fuori controllo" ma ancora ricca di blasone in Lega Pro?
 
Staff

17/07/2018; 22:26:12

I

l Volo libero
10 domande a Luciano Campitelli... la numero 8!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N. 8

Caro Presidente,

negli ultimi anni a Teramo abbiamo conosciuto diversi personaggi più o meno noti nel mondo del calcio...

Pensiamo in particolare a:

Lamberto Zauli
Federico Nofri Onofri
Guido Ugolotti
Fabio Lupo
Alec Bolla
Giorgione Repetto
Antonino Asta
Ottavio Palladini

Chi ritiene che sia maggiormente integrato nella "teramanità"? Chi invece ha avuto maggiori difficoltà a relazionarsi con la nostra piazza ("fuori controllo")?
 
Staff

16/07/2018; 17:00:10



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 7!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N. 7

Nelle ultime due difficili stagioni il 1913 si è salvato rispettivamente ai play-out contro il "temibile" Lumezzane (2016/2017) e poi grazie ad un grossolano errore amministrativo della Santarcangiolese (2017/2018).

In queste due sofferte stagioni la Società si è auto-assegnata voto 9 con riferimento al mercato di riparazione invernale.

Presidente, conferma questa valutazione?

Dando per scontato che l’obiettivo sia la salvezza… quale voto si assegna riguardo al mercato svolto sin ora per la stagione 2018/2019?
 
Staff

13/07/2018; 18:11:59



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 6!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N. 6

Da diversi anni si sente parlare di una partnership (mai ufficializzata) con il Pescara del Presidente Daniele Sebastiani.

Nella scorsa stagione il direttore sportivo era Giorgio Repetto, uomo di grande esperienza calcistica legato per svariati motivi al sodalizio pescarese; dopo un burrascoso inizio (non possiamo non ricordare il prematuro abbandono del Ds dell’Hotel Meilà di Milano nell’ultimo e caldo giorno di calciomercato) a gennaio è arrivato l’esonero. Le motivazioni addotte furono quelle di “avere modi di diversi di lavorare” e l’abitudine del Direttore a categorie superiori.

Dal Pescara sono arrivati diversi giovani giocatori di cui solo pochissimi si sono dimostrati all’altezza della categoria mentre molti hanno dato un contributo nullo sia in termini di minutaggio che in termini di qualità.

Da semplici tifosi la sensazione è che il Delfino abbia beneficiato molto più del Vecchio Diavolo da questa collaborazione…

Ci può spiegare quali sono i termini dell’accordo con il Pescara 1936? Quali sono stati e/o saranno in futuro i benefici per la Teramo Calcio?
 
Staff

11/07/2018; 20:04:19



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 5!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N. 5

In un contesto economico in cui è sempre più difficile reperire risorse finanziare riteniamo che per fare calcio con stabilità nel professionismo sia necessario dotarsi di una struttra organizzativa adeguata, affidando le principali funzioni aziendali ad uomini di esperienza e capacità.

Chi è ad oggi il Responsabile Marketing della Teramo Calcio? Quali iniziative verranno intraprese per il rilancio del "brand" Teramo Calcio e per avvicinare la piazza ed in particolare i più giovani alla squadra?
 
Staff

09/07/2018; 20:19:09



Il Volo libero
10 domande a Luciano Campitelli... la numero 4!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

Presidente Campitelli,
nella stagione 2018/2019 di Lega Pro le regole per i minutaggi prevedono che gli stessi vengano ponderati per le rispettive fasce di età (da 0,60 per i nati nel 1996 a 1,40 per i 2000) e poi incrementati in misura esponenziale nel caso di giovani provenienti dal proprio settore giovanile (del 50% per la prossima stagione, del 75% per la stagione 2019/2020 e del 100% per il 2020/2021).
Certi che la Teramo Calcio porrà la giusta attenzione a questa importante opportunità, ci potresti indicare quanti saranno i ragazzi cresciuti nel nostro club che faranno parte della rosa?
 
Staff

05/07/2018; 18:14:28



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 3!

Con il Teramo 1913 nel cuore

Pubblicato da Staff il 05/07/2018

DOMANDA N.3 Il rapporto con la tifoseria sembra essersi incrinato negli ultimi tempi, ricordiamo ad esempio l'epiteto "piazza fuori controllo" attribuito ad un pubblico che, a fronte di uno spettacolo in campo indecoroso, non ha fatto mai mancare il suo sostegno alla squadra. Quali iniziative ha intenzione di porre in essere la Teramo calcio per "recuperare" il rapporto con quella fetta importante di tifoseria sfiduciata ed amareggiata da simili uscite?
 
Staff

04/07/2018; 15:28:58



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli... la numero 2!

di Staff

Con il Teramo 1913 nel cuore

DOMANDA N.2

Tutti ricordiamo con orgoglio i ragazzi teramani cresciuti nella "cantera biancorossa" e poi diventati colonne della Teramo Calcio o professionisti di serie A e B.

Perchè ormai da diversi anni il settore giovanile teramano, pur a seguito di belle promesse, non produce mai nulla di interessante, e quando lo fa i giovani talenti locali vengono svincolati e poi regalati??
 
Staff

02/07/2018; 19:17:13



Il Volo libero

10 domande a Luciano Campitelli

di Staff

DOMANDA N. 1

Inizia oggi la nostra rubrica delle 10 domande alla Società Teramo Calcio.
Sono domande che chi ama il 1913 e ha a cuore le sue sorti, come noi facciamo da sempre, non può evitare di fare alla luce delle ultime disastrate stagioni.

Pubblicheremo le nostre 10 domande una alla volta, senza uno schema ben preciso, seguendo le nostre emozioni di tifosi appassionati del 1913.

DOMANDA N.1
Caro Presidente Campitelli, dopo l'esonero di mister Palladini, il D.S. Sandro Federico sembrava del tutto sfiduciato. Anche le sue dichiarazioni pubbliche in TV, sia subito dopo la partita di Fano che dopo la miracolosa salvezza, facevano pensare ad un D.S. dimezzato, che non avesse il suo apprezzamento.

Ora ci chiediamo: chi sta facendo le scelte di mercato del Teramo? Federico? Se è così, cosa le ha fatto cambiare idea sul suo conto? Ha totale fiducia nel suo operato?
 
nessuno

23/06/2018; 21:32:41

Che stagione ci aspetta?
 
Staff

28/05/2018; 20:36:29




Riproponiamo un nostro vecchio pezzo (7 maggio 2014), un pallino sempre più che attuale.

A distanza di anni vale la pena intavolare una riflessione seria su quanto abbia beneficiato al Teramo 1913, ma soprattutto alla città, dismettere un impianto leggendario, oltre che "caro" ai suoi cittadini.

Se il calcio deve essere business, allora che l'alternativa al nostro Vecchio Comunale rechi vantaggio al 1913!!

Questo è un discorso impersonale, che prescinde dalle figure che avranno nel futuro l'onore e l'onere di condurre il Vecchio Diavolo!



Il Vecchio Stadio Comunale... sette pensieri a voce alta.

di v.b.

Arrivano gli Stukas ragazzi

Arrivano gli Stukas ragazzi .... Erano i primi anni ottanta, ero un bambino o un ragazzetto, e questa è uno dei pezzi che venivano trasmessi dagli altoparlanti dello Stadio Comunale prima che il Teramo giocasse. Me la canticchiavo arrivando da Circonvallazione Spalato, e mi sembrava quasi di vederli volteggiare sullo stadio questi terribili bombardieri, pronti a colpire i malcapitati avversari del nostro Teramo….

Il nostro buon Comunale... Quanti ricordi, quante partite, quanta gioia e quante sofferenze! Cuore pulsante nella città. Parte del paesaggio. Coreografia vivente. I detrattori lo definivano pollaio, stadio indegno, non a norma, ecc. ecc.
Tipicamente diceva così chi al Comunale prendeva delle scoppole sonore.

A molti teramani è sempre piaciuto il Comunale, che ora si chiama “Vecchio”. Aveva i sui difetti ma anche molti pregi. Il manto non era una tavola da biliardo, vero, ma odorava di erba. La logistica non era facile, ma ognuno aveva il suo spicchio di gradone e ci stava bene. Non era a norma secondo gli standard bla bla, ma era divertente. Le squadre avversarie poi, capivano subito l'antifona.... si mettevano il cuore in pace sin dal riscaldamento. Capivano che li dentro avrebbero "sputato il sangue" per 90 minuti. Per non parlare poi dei 45 minuti da incubo che spettavano al portiere avversario sotto la Est.... Rumba incessante dietro le chiappe, condizionamento e stregoneria collettiva.
Sbucia Santò !! disse la Est .... e Santoni sbuciò. Quale altro stadio ci farà mai più vedere il collasso nervoso del malcapitato Zunica di turno? (Oh Zuni' Zunì, mojet fa li….) E poi, che giocatori abbiamo visto al Comunale ! Gente tosta ma anche brocchi tristi… ma questo è forse un capitolo da aprire un'altra volta.

La curva Est del nostro Comunale ha prodotto coreografie che ci hanno "rubato l'anima". Quadri indimenticabili, sinceri atti d’amore per il Teramo e per Teramo. Non sarebbe stato lo stesso altrove. In molti abbiamo amato il Comunale e in molti lo amiamo ancora. E non solo per becera nostalgia.

Bene, ora basta con il nostalgico revival. Guardiamo la realtà. Da un pò di anni abbiamo il "nuovo" stadio. Conosciamo la vicenda, non ci torniamo. Il "nuovo" di positivo ha il nome dell'indimenticato dott. Gaetano Bonolis.... per il resto, a mio personale giudizio, lascia ben poco. Il disagio, la nota stonata, sono in molti a non scrollarseli di dosso quando si è nel "nuovo". Eppure col tempo ci si abitua a tutto, dicono. Il “nuovo” non ti fa giocare assieme al Vecchio Diavolo. Ti fa essere spettatore. Non profuma di erba, l’erba è fuori moda. Ti fa diventare un tecnico esperto. Pensare che, e daje e daje, ha permesso persino ad un paio di Pivieri che conosco di capire la differenza tra un 3-5-2 e un 4-3-3...

Ma fa lu serie, e che vuliv continuà nghe lu stadie de prima? mi sono spesso sentito dire. E io ho sempre pensato: si, certo, con la volontà, con le opportune modifiche, ecc. ecc. .... si, si poteva, perché no? Si dirà che i tempi sono cambiati, che il calcio è cambiato, ora è un'altra cosa, c'e' il business e bisogna guardare avanti. Oggi si fanno centri commerciali e possibilmente accanto ai centri commerciali si costruiscono gli stadi. Bene, ma allora guardiamo i fatti. Facciamoci due domande. Ne ha guadagnato la comunità? E’ aumentata l'utilità collettiva? Ne guadagna la Teramo calcio? Ha favorito una maggiore partecipazione, un maggiore afflusso? Vale 240000 euro l'anno? I costi presenti e futuri permetteranno di affrontare stagioni dignitose? E cosa ne sarà del Vecchio Comunale, quello dove arrivavano gli Stukas ragazzi, e per cui in tanti hanno firmato per dire 'Nz tocc?

Speriamo che "chi di dovere" dia delle risposte serie a questi pensieri a voce alta. Possibilmente dopo il 25 maggio, perché delle prese per i fondelli non sappiamo più che farcene. Se non ci saranno risposte dignitose e concrete, allora, come diceva l’altoparlante:
Amico mio scappa via, scappa via.
Dimmi chi, dimmi chi ci aiuterà.
Dimmi chi ci salverà domani
E non c'e' nessun posto dove andar
Nessun posto dove stare insieme io e te.
 
Staff

12/05/2018; 22:54:55



Il Report del Piviere
SIAMO SALVI

di Staff

ora però BASHTA

Bene, siamo salvi, abbiamo conservato la serie C, patrimonio cittadino.

Per la prima volta nella storia, una decisione di un organo di giustizia sportiva non ha preso a calci in culo il Teramo1913. Questa cosa ci meraviglia, ma in realtà l'organo in questione ha semplicemente fatto il proprio dovere: far applicare i regolamenti. Evidentemente avere il Santarcangelo e non l'Ascoli Picchio come parte avversa deve avere aiutato.

Passata la soddisfazione per questa notizia, prendiamo il mantenimento della categoria come come spunto per un paio di riflessioni. Ribadiamolo ancora una volta: la serie C è un asset prezioso ed importantissimo per questa città, un simbolo di mancata resa, una conquista meritata da buona parte della tifoseria teramana che ha cercato di tenersela stretta come ha potuto. Categoria meritata da parte dei tifosi. Fin qui tutto chiaro.

I problemi sorgono nel momento in cui guardiamo il verdetto del campo. Qui constatiamo che il Teramo1913 è stata la squadra più scarsa del girone B. Siamo tutti concordi nel ritenere che se il Teramo avesse incrociato sul campo il Vicenza "fallito", avrebbe avuto elevatissime probabilità di retrocedere. Raramente ci è capitato di vedere una squadra cosi vuota di contenuti morali. Raramente ci era capitato di vedere gli attaccanti biancorossi totalmente a secco (abbiamo statistiche e confronti impietosi con il passato... ma non vogliamo evidentemente infierire). E purtroppo, questa non è stata un'annata isolata, di quelle nate storte ecc. ecc. No, questa è stata la brutta copia, se possibile, della pessima stagione dello scorso anno, quella dell'incubo nei play out del salvataggio di Caidi sulla linea contro il Real Madr... il Lumezzane....

E se permettete... il tifoso guarda le partite sul campo, soffre con la squadra in campo, guarda i gesti tecnici, i tiri, la grinta, la cattiveria le corse in campo. Il tifoso non guarda se la Società paga gli stipendi (ovviamente il tifoso è contento se la Società paga regolarmente gli stipendi ai suoi dipendenti, ma non è questo che alimenta la sua passione).
E sul campo abbiamo visto il NULLA.

Ora, se pensate che qui ci metteremo a colpevolizzare il portiere Z, l'attaccante X o il centrocampista Y, vi sbagliate di grosso. Ovviamente ci hanno fatto bestemmiare. E pure di brutto. Ma le responsabilità vanno date a chi compete nella catena di comando. Quindi alla Società, che senza imparare nulla dal passato riguardo a Ds, allenatori e calciatori, ha fatto anche peggio dell'anno precedente.

E a Teramo la Società è Luciano Campitelli. A noi fa piacere che si presenti in uno studio televisivo di una TV locale con la felpa del Teramo con orgoglio. È anche giusto che si attribuisca i meriti della salvezza per aver pagato regolarmente gli stipendi (cosa che il Santarcangelo non ha fatto... la normalità e fare il proprio dovere sono diventati in questo calcio e in questo paese meriti da sbandierare). Ma è del tutto inaccettabile la mancanza di una vera seria autocritica per un triennio calcistico da incubo che ha spaccato, logorato ed esasperato una tifoseria sin troppo benevola e comprensiva.

Sempre nello studio televisivo della TV locale, dinanzi ad un presentatore gongolante, il Presidente Campitelli è stato vago sul futuro, dando ad intendere che in sostanza vorrebbe condividere la gestione del 1913 con altri imprenditori, "pochi ma buoni". Ci sono? Dove sono? Chi sono?
Praticamente il nulla...

Ennesima mezza presa per il culo.

Beh, noi qui ci siamo rotti. Riconosciamo a Campitelli di avere fatto un ottimo lavoro nei Dilettanti (grazie per questo), ma l'incapacità di fare altrettanto nei professionisti è sotto gli occhi di tutti (almeno di chi vuol vedere). Francamente non ne possiamo più di essere la Bad Company del Pescara.

Riteniamo che un ciclo sia arrivato, per ovvi motivi, al capolinea. Piuttosto che fare chiacchiere sterili in TV, Campitelli dovrebbe adoperarsi concretamente per cedere la Società "a chi è meglio di lui", come sostiene da anni.

Per una volta faccia quello che ha detto!!

Per inciso, a noi farebbe stare molto male dover ripartire da Pianella: non stiamo qua a fare i fenomeni, sarebbe uno scenario molto duro da digerire, ma siamo disposti ancora a mangiare questa merda se può servire al Teramo 1913 per ritrovare una logica, una dignità, obiettivi, stimoli, motivazioni, unità di intenti, senso di appartenenza e ambiente compattato.

Siccome prevediamo che per il 18/19 il solito Campitelli sarà sempre li, a proporre il suo One Man Show e le sue stagioni da incubo per i tifosi (ma sempre acclamato dalla sua claque), lo diciamo molto chiaramente:

CON NOI, CREDITO FINITO.

BASHTA!!!!
 
Staff

07/05/2018; 21:40:13



Il Report del Piviere
Teramo vs Reggiana 3-3

di Staff

Conquistala per Noi!!!

TESTA BASSA E PEDALARE...

SALVIAMO QUESTA CAZZO DI CATEGORIA

COMUNQUE VADA, DAL 29 MAGGIO, NEL BENE O NEL MALE NE AVREMO PER TUTTI
NESSUNA PIETÀ.

FORZAVECCHIOCUOREBIANCOROSSO
 
Staff

05/05/2018; 18:03:03



DOMANI CI ASPETTA LA PRIMA BATTAGLIA DI UNA DURA GUERRA DI TRE TAPPE CHE SEPARA LA NOSTRA SALVEZZA E IL NOSTRO ORGOGLIO CITTADINO DA UN LENTO OBLIO CHE TERAMO NON MERITA!!!

IL TERAMO 1913 CI DA BRIVIDI SEMPRE!!
ANCHE PER SALVARE LA SERIE C!!

TUTTI AL BONOLIS PER QUESTA IMPORTANTE SFIDA TRA I PRIMI E GLI ULTIMI DELLA CLASSE! IL PUBBLICO TERAMANO MERITA QUESTA CATEGORIA E ANCHE QUESTA VOLTA DEVE DIMOSTRARE DI AVERE FATTO IN PIENO LA SUA PARTE!

FORZA IL VECCHIO CUORE BIANCOROSSO!!
FORZA TERAMOOOOOO
 
Staff

04/05/2018; 22:15:56



Scheda semiseria dell'arbitro della gara
Matteo Proietti di Terni

di Osservatore

Il Maresciallo per las gara da incubo con la Reggiana

Sarà Matteo Proietti della Sezione di Terni a dirigere la gara tra Teramo e Reggiana, sua 60esima gara in Lega pro.

Quinto anno in Lega Pro, l’esperto direttore di gara ha, infatti, al suo attivo 59 gare con 26 vittorie interne, 17 pareggi e 16 vittorie esterne.



Detto simpaticamente dagli amici “il Maresciallo” forse per il suo comportamento intransigente in campo o forse in onore del famoso personaggio televisivo interpretato dal grande Gigi Proietti, di cui pare sia parente. Non sappiamo se alla lontana o addirittura un nipote.

Ma a noi piace chiamarlo “Mandrake”… e ci auguriamo una mandrakata perché mai come questa volta una gran dose di culo sarà fondamentale per vincere e sperare nella salvezza diretta!!!!

Per quanto riguarda l’aspetto disciplinare 273 sono le ammonizioni (media di 4,63 a partita) e 28 le espulsioni (0,47 la media).

Sono 15 i rigori concessi.

Sono 3 i precedenti sia con la Reggiana, sempre vittoriosa, sia con il Teramo diretto sempre al Bonolis:

06/09/2014 Teramo vs Grosseto 1-3
26/11/2015 Teramo vs Savona 2-1
05/03/2017 Teramo vs Venezia 1-4
26/04/2015 Reggiana vs San Marino 3-2
13/09/2015 Lumezzane vs Reggiana 0-2
29/01/2017 Santarcangelo vs Reggiana 0-2




Chiudiamo la scheda, e ci auguriamo la Rubrica, con i versi* del poeta Maraini, recitati dal Proietti (attore) in varie occasioni e che, crediamo, in qualche modo, riassumano questa ennesima stagione di merda!



Il Lonfo non vaterca né gluisce

e molto raramente barigatta,

ma quando soffia il bego a bisce bisce,

sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.

È frusco il Lonfo! È pieno di lupigna

arrafferia malversa e sofolenta!

Se cionfi ti sbiduglia e ti arrupigna

se lugri ti botalla e ti criventa.

Eppure il vecchio Lonfo ammargelluto

che bete e zugghia e fonca nei trombazzi

fa legica busia, fa gisbuto;

e quasi quasi in segno di sberdazzi

gli affarferesti un gniffo. Ma lui, zuto

t' alloppa, ti sbernecchia; e tu l'accazzi.
 
v.b.

02/05/2018; 11:42:42

Avanti con (depressa) umiltà
 
nessuno

01/05/2018; 12:09:19

È giunta l'ora ,tre volte in tre mesi ,i tifosi non si toccano ,sono l'unica cosa sana del calcio specialmente in queste categorie.
È GIUNTA L'ORA CHE FAI LE VALIGIE E TE NE VAI
 
Staff

01/05/2018; 11:52:20



Il Report del Piviere
Fano - Teramo 0-0

di Staff

Un pubblico di categoria, Societá e squadra non all'altezza.

Mentre ci accingiamo a scrivere questo Report, giungono notizie di stampa sull'ennesimo capolavoro dei vertici societari del 1913. Il Capolavoro consisterebbe nell' esonero di mister Palladini e il ritorno di mister Asta, il tutto ad una giornata dalla fine del campionato e un probabile e delicatissimo playout da giocare. (NdR: a distanza di 24 ore ci giunge l'ufficialità dell'affidamento della squadra al vice di Asta... a seguito del rifiuto del mister piemontese di tornare al timone).

Abbiamo l'ennesima dimostrazione che la leadership del Teramo1913 è "fuori controllo", è del tutto incapace di assumersi la responsabilità dei propri errori, e continua a scaricare queste responsabilità sulle persone da lei stessa designate.
E continua a rivolgersi in modo irrispettoso nei confronti dei tifosi del Teramo 1913, suo principale asset.

Troveremmo meno imbarazzante per questa stoica tifoseria, che Luciano Campitelli dichiari di non essere più in grado di sostenere il professionismo. Trovi prima possibile, come ha sempre detto, "uno meglio di lui", e saluti una piazza che, nel complesso, gli ha accordato un credito enorme e, tutto sommato rispetto. Credito non ripagato.

Ma andiamo alla partita, che al di là del risultato, ha un unico grande vincitore, il pubblico biancorosso, SEICENTO anime stoiche e appassionate, ampiamente all'altezza della categoria.
Teramo ha sempre risposto "presente" in certe occasioni, e noi siamo orgogliosi di questo orgoglio. Il nostro pubblico è sul pezzo nei momenti importanti e da passione e prova di se anche quando dall'altra parte c’è il nulla. Chapeau.

Squadra invece non all'altezza dell'unica missione e opzione disponibile a Fano: la vittoria.
Hanno sudato, certo, ma la sensazione dagli spalti è sempre quella di chi fa il compitino con il freno a mano tirato, di una incapacità generale e generalizzata di trovare quella risorsa in più, quella vena di follia e sana incoscienza che in taluni momenti possono fare la differenza. Non abbiamo subito tiri, è vero, ma non abbiamo nemmeno fatto un cazzo di tiro in porta!!!

La squadra, lo sappiamo, è stata costruita molto male ed aggiustata anche peggio a gennaio... scaricare colpe specifiche a questo o quel giocatore o modulo tattico costituisce una "guerra dei poveri" alla quale non prenderemo parte. Non ora.

Ora dipendiamo dagli altri.
E domenica bisogna vincere contro una corazzata costruita per vincere il campionato e in lotta per la seconda posizione.

Noi ci saremo sempre.

FORZA IL VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
 
Staff

28/04/2018; 20:35:18



ULTIMO APPELLO A CHI E' ANCORA SENZA BIGLIETTO...
TUTTI A FANO!
BISOGNA VINCERE!
 
Staff

28/04/2018; 19:35:05

GRAZIE TERAMANI !!
MA DOMANI SI POSSONO ANCORA FARE I BIGLIETTI.

LE NOSTRE FONTI, SEMPRE BENE INFORMATE, DICONO CHE DOMANI A FANO SAREMO IN 520.

UNITI E COMPATTI, FACCIAMO CAPIRE AI RAGAZZI IN CAMPO CHE NON ABBIAMO INTENZIONE DI MOLLARE E CHE NESSUNO, NESSUNO, PUO PERMETTERSI DI MOLLARE!!!!
 
Staff

27/04/2018; 21:08:15



Alessandro Pontrera di Bologna

di Staff

Tortelin per la delicata gara con il Fano

a cura di Osservatore... in vacanza...

Sarà l’esperto Alessandro Pontrera della sezione di Bologna a dirigere il match clou tra Fano e Teramo.
Al suo attivo 128 gare complessive, un arbitro a cui vengono tipicamente affidate partite di alta classifica, si spera pertanto che questa designazione sia improntata a criteri di meritocrazia, e non ai soliti giochini a noi sempre poco chiari.

Nel mondo del calcio lo chiamano simpaticamente “Tortelin” perché ovviamente nell’Italia dei masterchef e dei quattro ristoranti, quando vedi un bolognese non puoi fare a meno di pensare ai tortellini… Ma degli ignoranti e trogloditi del mondo del pallone come noi, non possono invece che associare un bolognese (figuriamoci un cazzo di arbitro) alla signora dell’equivoco, alla principessa dell’ambiguità, l’imperatrice del gossip, la giannizziera della Bologna “bene” e la dea della Bologna “male” degli anni novanta... Eva RobinS.
Chapeau Eva (per qualcuno Roberto Maurizio), tributo più che meritato!! Una vera innovatrice nel panorama nazionale…

Sono 534 le ammonizioni (media di 4,5 a gara) e 26 le espulsioni (0,20 in media);
Ben 44 i rigori concessi (media di 0,34 a gara)

Nessun precedente con il Fano, solo 1 con il Teramo:

Lega Pro, 22/02/2017: Teramo – Pordenone 2-0 (Barbuti, aut. Semenzato).
 
Staff

27/04/2018; 19:54:08

Le nostre fonti ci danno già a quota 400.... Coraggio ragazzi, il Teramo1913 HA BISOGNO DI NOI !!
La STORIA SIAMO NOI!
 
frensis38

27/04/2018; 10:42:54

TUTTI A FANO..!!
 
Staff

26/04/2018; 20:43:57

Siamo venuti a conoscenza del fatto che, pur tra mille sforzi, il Club Biancorosso Teramo è riuscito ad organizzare un secondo pulman per Fano, i cui posti rimanenti stanno già andando in esaurimento!!
Grande lavoro ragazzi!!
Invitiamo tutti ad affrettarsi per prendere posto per l'appuntamento con la storia, che ancora una volta si chiama SALVEZZA.
Le nostre fonti dicono che siamo gia a quota 300, NON FACCIAMO MANCARE IL NOSTRO SOSTEGNO AL VECCHIO DIAVOLO!!!

TUTTI A FANO!!!!
 
nessuno

26/04/2018; 18:27:26

Tutti a Fano , speriamo che venga pure la squadra
 
Staff

25/04/2018; 19:12:09



Questa è più importante di Savona!!!

Perdere la categoria rappresenterebbe un passo verso il declino che Teramo non deve, non può e non vuole permettersi.

FAI LA TUA PARTE!
TUTTI A FANO!!!!!!

X La squadra: questa volta dovrete dimostrare di essere all'altezza di chi vi sosterrà senza tregua. Non vogliamo vedere la paura. Vogliamo vedere solo il coraggio e l'orgoglio che meritiamo.
Per molti di voi quella maglia è un mestiere, per noi È TUTTO, onoratela!!!!

SI PUO' E SI DEVE VINCERE!
 
v.b.

16/04/2018; 23:20:29

Avanti con (scagazzata) umiltà
 
Staff

16/04/2018; 21:24:16



Il Report del Piviere
Sambamerda vs Teramo 2-0

di Staff

Una vittoria schiacciante sugli spalti

Una sconfitta netta con pochissime attenuanti e una posizione di classifica ai limiti del dramma sportivo dovrebbero lasciare solo tanto amaro in bocca. Ma non a TERAMO che per l'ennesima volta ha dimostrato di saper vincere sugli spalti. Una prova commovente per nulla condizionata dall'andamento di una gara ad emozioni zero. Vittoria schiacciante dei 600 cuori biancorossi nella dimostrazione di affetto per i propri colori... al cospetto di chi per numeri e posizione in classifica dovrebbe sentirsi ben oltre il fiume Tronto e dovrebbe tifare anche durante le ore di sonno REM.

Sulla gara, quella del campo, poco da dire... venti minuti sono bastati ai sambini per chiudere il conto... troppo netta la differenza di valori in campo. A tratti imbarazzante nel cambio di passo... una condizione decisamente troppo oltre per i nostri ragazzi.
Giudicare la prova dei singoli non avrebbe senso. Comunque sia nulla da rimproverare a chi ha fatto il massimo. L'applauso a loro riservato e i cori al novantesimo lasciano ben intendere che San Benedetto è stato solo il prevedibile epilogo di una domenica che di meglio non avrebbe potuto offrire... con una salvezza da conquistare altrove. La gente di Teramo con la odierna prestazione ha tracciato la via maestra... la squadra non può che prendere esempio e regalare alla sua tifoseria la meritata salvezza.

TUTTI A FANO
 
Staff

14/04/2018; 14:50:17



Scheda semiseria dell'arbitro della gara
ANDREA CAPONE di PALERMO

di Osservatore

Al Capone per la gara con la Samb

Sarà il 4° anno Andrea Capone della sezione di Palermo a dirigere il sentitissimo match tra Sambenedettese e Teramo.
Al suo attivo 54 gare con un bilancio di 26 vittorie dei locali, 15 pareggi e 13 vittorie ospiti.
Un arbitro “giustamente” casalingo. D’altronde dopo le notizie di restituzione di punti a piazze “più blasonate” che stanno illegittimamente disputando un campionato di Lega Pro, non ci aspettavamo che questa ciliegina sulla torta. Ci auguriamo di sbagliare, ma queste designazioni, dopo quella indecente di domenica scorsa, sembrano effettuate in maniera chirurgica.

Gli amici lo chiamano simpaticamente “AL” sia per l’ovvio gioco di parole con il suo cognome sia per la sua determinazione in campo. Pare, comunque che il famoso gangster americano sia un suo lontano pro-zio. Ma è solo una curiosità simpatica.

Quale sia la sua parentela con Grazia Capone non ci è dato saperlo. Chi non ricorderà la bellissima Grazia, la sexy “Angelina Jolie di Bari”, salita alla ribalta per le cene e i “dopocena” in quel di.. Arcore!

Sono 233 le ammonizioni (media di 4,31 a gara) e 18 le espulsioni (0,33 in media);
Ben 18 i rigori concessi (media di 0,33 a gara)

Nessun precedente con la Sanbenedettese, solo 1 con il Teramo

1/11/2015 Carrarese vs Teramo 1-1
 
nessuno

11/04/2018; 21:47:05

Se non vieni al riviera sei un giuliese di merda
 
v.b.

08/04/2018; 23:14:47

Avanti con (sambamerdosa) umiltà
 
Staff

08/04/2018; 23:02:40



Il Report del Piviere
Teramo - Renate 1-1

di Staff

tutti a Sambamerda

La cosa più frustrante di quest'anno è che dopo ogni partita, contro chiunque, a parte le pochissime vinte, non sai se ridere o piangere.
Alla luce dei fatti... ogni sconfitta "ci poteva stare" e ogni pareggio "poteva andare peggio"
Anche contro il Renate, nonostante le diverse occasioni avute nel primo tempo e il vantaggio iniziale nel secondo... la sensazione rimane quella del punto guadagnato.
In casa è brutto dirlo, dovremmo essere incazzati come delle belve ma la realtà ci dice che pretendere di più risulterebbe ingeneroso nei confronti dei nostri ragazzi.
La grande rabbia comunque rimane ed è quella di non aver saputo gestire il vantaggio, di non aver avuto la forza di far terminare una partita subito dopo il gol di Bacio tra perdite di tempo, finti infortuni e "risse" da Bar... di non aver saputo nascondere fisicamente il pallone con il prezioso aiuto dei nostri "raccattapalle", che sembrano essere gli unici in Italia a far sparire il pallone al Teramo sull'1 a 1 e non all'avversario sull'1 a 0 per noi... gli unici che anzichè seguire le fasi di gara a "recchie de lebbre" palleggiano tra loro con le spalle rivolte al campo di gioco, completamente avulsi dal contesto. Ma la colpa sia chiaro non è dei ragazzi che tali sono, ma di un Team Manager (o chi per lui) ignaro delle pur basilari regole di "sopravvivenza" applicate, con serena faccia da culo, dalla serie A fino all'insignificante campo sportivo di Cupello (tanto per indicare il punto più in basso del calcio... quello pane & salame).
Così, con questa poca attitudine al paraculismo, vincere la guerra potrebbe risultare ancora più difficile... se non impossibile.
Aspettare anche oggi con il cuore in gola il triplice fischio la dice tutta sull'ennesimo psicodramma che il Bonolis vive da inizio stagione.
Di positivo però c'è molto.
Il vantaggio sulle dirette concorrenti (Fano, Santarcangelo e Gubbio) aumenta, anche se di poco... e per una salvezza che si giocherà punto dopo punto non è poi una situazione da sottovalutare.
La squadra non è assolutamente morta... gioca, crea occasioni anche se non le concretizza. Il solito sanguinoso problema che non sarà certo possibile sanare a tre giornate dalla fine.
Salvezza, numeri alla mano, è più che probabile... l'ottimismo non deve e non può abbandonarci.
Stringersi attorno ai nostri ragazzi appare come l'unica strada da percorrere. Sanbenedetto è trasferta particolare per noi tifosi ma lo sarà anche e soprattutto per il nostro futuro.
Grado di difficoltà altissimo ma questa squadra ha dimostrato di giocare molto più a suo agio fuori dal Bonolis e contro le squadre di alta classifica. Padova ce lo ha insegnato. Nulla è impossibile ma i primi a crederci dobbiamo essere noi... noi che per questi colori viviamo.. noi che per questi colori diamo tutto di noi stessi.
Anni fa era la squadra che alimentava l'esodo... oggi non è più così. Gli attori in campo sono cambiati ma noi, sugli spalti, siamo sempre gli stessi. Con la stessa passione e con la stessa voglia di portare in alto i nostri colori.
In tanti amano riempirsi la bocca con la frase "IO C'ERO" nel ricordo della famosa squadra di MOTTA e di PEPE che seppe espugnare il Riviera regalando gol, gioia ed emozioni... ma in quel periodo era facile esserci... e non era certo indispensabile... ancor meno onorevole il "sacrificio" fatto.
Oggi invece l'IO C'ERO, gridato a pieni polmoni, è di vitale importanza e potrebbe essere molto più intenso.
Vincere non è impresa impossibile. Certamente le nostre difficoltà si amplificheranno, le merde nulla ci regaleranno, anzi faranno il massimo per affondarci definitivamete, ma è proprio per questo che Teramo ha l'obbligo di rispondere presente...
Conquistare la salvezza in casa loro rimarrebbe veramente scritto a caratteri cubitali nei nostri cuori. Proviamoci tutti assieme.

LA STORIA SIAMO NOI...
NESSUNO SI SENTA ESCLUSO...
TUTTI A SAMBAMERDA
FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
 
ANATEMA

08/04/2018; 18:19:42

Questo pareggio non serve a un cazzo
 
Staff

06/04/2018; 21:18:03



Scheda semiseria dell'arbitro della gara
ANDREA ZINGARELLI di SIENA

di Osservatore

alla terza designazione... torna Trinità a dirigere i diavoli

Sarà il giovanissimo Andrea Zingarelli di Siena ad arbitrare la gara tra Teramo e Renate, dopo la doppia defaiance di “Carciofo” Guarnieri e “Niňo” Maraviglia.
Terzo anno in Lega Pro, vanta al suo attivo 39 gare con 16 vittorie dei locali, 11 pareggi e 12 vittorie esterne.

Detto simpaticamente “Trinità” in onore del più celebre Italo Zingarelli, il produttore che inventò la coppia Bud Spencer & Terence Hill nel film “Lo Chiamavano Trinità”.
Forse parente della famosa Laura Zingarelli, artista di successo con i suoi disegni molto sensuali

Sono 166 le ammonizioni (media 4,26 a gara) e 7 le espulsioni (media 0,18).

Ben 16 i rigori concessi.

Due precedenti con il Renate, uno con il Teramo… Sempre tutti sconfitti. Mai una gioia!

25/03/2017 Giana Erminio vs Renate 3-1
10/10/2015 Reggiana vs Renate 4-0
01/05/2016 Teramo vs Spal 0-2
 
v.b.

01/04/2018; 23:23:28

Avanti con (selfata) umiltà
 
Staff

01/04/2018; 22:56:33



Il Report del Piviere
Gubbio - Teramo = 1 - 1

di Staff

tra treppuntisti e selfisti della A...

La pellaccia è stata portata a casa anche questa volta... il punticino è stato faticosamente conquistato in casa di una diretta concorrente. Non è cosa da poco. Il Gubbio senza Marchi e Casiraghi diventa improvvisamente al nostro livello, forse mezzo gradino sotto... ma quanto basta per non perdere.
L'inizio non è stato dei migliori.
In una condizione climatica a dir poco avversa, dove in soli 95 minuti abbiamo attraversato due tempeste tropicali e le quattro stagioni, al primo vero affondo convinto degli avversari becchiamo gol "grazie" a una colossale dormita dell'intero reparto difensivo, clamorosamente in ritardo nella copertura su palla inattiva.
Colpa di questo o di quell'altro giocatore rimane un semplice dettaglio... niente di nuovo all'orizzonte... gli atavici problemi continuano a penalizzarci a dismisura.
Andiamo avanti. Tutti sappiamo di doverci salvare e quando ti devi salvare non puoi certo pretendere di avere a disposizione il "Dream Team".
Di positivo c'è stata la bella reazione...veemente nei limiti delle nostre possibilità... sufficiente comunque per raggiungere il pareggio quasi subito. Il gol di Graziano (che si conferma in costante crescita) arriva come una benedizione divina e allevia la sofferenza dei 200 diavoli al seguito che già intravedevano il "Monte Calvario" a pochi metri di distanza...
Senza voler peccare di presunzione, in uno slancio di sana follia, avevamo anche avuto la sensazione di poter affondare il colpo decisivo. La "zampata" di un rapace d'area che non esiste e che avrebbe regalato la definitiva salvezza e una Pasqua di resurrezione vera agli eroi al seguito.
Quell' esercito di innamorati cronici, probabilmente gli ultimi romantici di un popolo di "treppuntisti©", che venderà cara la pelle fino alla fine... a difesa di una categoria, di una maglia e dell'onore sportivo di una intera città.
Oggi era decisiva e serviva una risposta forte anche dalla tifoseria.
Al netto dei sempre presenti, a volte impossibilitati per questioni di salute, di lavoro, di clero o per altre cause di forza maggiore i 200 potevano e DOVEVANO essere molti di più.
Ma in tanti... alla perdurante assenza di una squadra che regali vittorie, gol e spettacolo... ovvero la benzina che ha alimentato la loro (effimera) passione per i nostri colori... rispondono con sanguinose assenze... anche nei momenti decisivi.
Senza considerare i tantissimi del "solo in casa"… per i quali anche recarsi al Bonolis è da considerarsi una mezza "trasferta" con la libera concessione di San Benedetto da loro considerata come "trasvolata oceanica" al seguito del Teramo... puntiamo il dito sui vergognosi "selfisti" della SERIE A.
Quelli che negli ultimi sette anni, quando il Teramo era quello dei loro sogni, si sono distinti per maglie regalate, presenze costanti e bizzarri FAN CLUB su FaceBook dell'amico calciatore... oggi hanno miseramente abbandonato il "carro" sul quale, tempestivamente saliti, avevano conquistato l'agognato posto in prima fila.
Oggi il Teramo non merita più la loro attenzione... non merita più chilometri e sacrifici. Oggi il loro sguardo è tutto per le "grandi", quelle che a centinaia chilometri di distanza regalano gol, vittorie ed emozioni "vere". Il Teramo, nella loro distorta concezione di "fede" può attendere...i tempi belli torneranno e loro imperterriti riconquisteranno lo scranno riservato ai "supertifosi"...
Domenica contro il Renate per chi non se ne fosse accorto ci giocheremo veramente una grande fetta di salvezza. La vittoria è condizione imprescindibile. Va conquistata con tutti i mezzi a disposizione. La città DEVE RISPONDERE. Troppo importante questa categoria per il nostro futuro.

TUTTI AL BONOLIS... E ANCHE IN ASSETTO DA GUERRA
FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
 
WOLF

31/03/2018; 19:48:21

Alla luce anche degli altri risultati, mi sento di scrivere, un punto che non serve assolutamente a nulla...Le partite durano 90 minuti e non 10 ( ossia i minuti nei quali abbiamo giocato a calcio e abbiamo rimontato il gol di svantaggio...)....Una squadra davvero indecente con giocatori lenti, senza mordente, una difesa che mette i brividi ogni qualvolta la palla arriva da quelle parti( e purtroppo in svariate occasioni e' successo oggi e non solo oggi...) e un attacco davvero abulico con Gondo( ma non e' una novita' ormai) e Panico oggetti piu' che misteriosi...Sul centrocampo che non fa filtro e che non aiuta i reparti, ormai sarebbe come sparare sulla croce rossa...La realta' e' che oltre ad avere una squadra piu' che mediocre, alla mediocrita' si aggiunge la non voglia di tanti troppi 'protagonisti' di non lottare per questa maglia... A proposito di 'protagonisti' ma il sig. Rossi terzino preso dal Pescara qualcuno sa qualcosa di questa misteriosa quanto enorme presa per i fondelli e per i tifosi biancorossi ma anche credo per le casse societarie della Teramo calcio. Chiudo aggiungendo un'ultima cosa: 4 gare al termine della stagione regolare con in ordine Renate in casa, Samb e Fano in trasferta e Reggiana in casa...Io ci credo poco al fatto che riusciremo a fare 6 punti,obiettivamente sono piu' portato adesso dopo anche la pessima prestazione odierna a pensare al playout con una tra Gubbio o Vicenza. Poi se ci sara' il 'miracolo'( a cui al momento credo poco o nulla) ben venga, ma ricordiamoci anche che una volta ci ha detto cxxo...alla seconda volta, vedendo anche la caratura delle squadre che ipoteticamente potremmo andare ad affrontare negli spareggi, ci credo davvero poco. Scusate ma lo scoramento e' davvero tanto. Tanti auguri di Buona Pasqua a tutti i tifosi biancorossi.
 
Staff

30/03/2018; 17:28:01



Scheda semiseria dell'arbitro della gara

VINCENZO VALIANTE di NOCERA INFERIORE

di Osservatore

Biscottone per la decisiva gara di Gubbio

Arbitro della gara tra Gubbio e Teramo sarà Vincenzo Valiante di Nocera Inferiore (SA) al quarto anno in Lega Pro.

L’esperto arbitro a diretto ben 58 le gare con 31 vittorie locali, 11 vittorie esterne e 16 pareggi.

Negli anni passati lo avevano simpaticamente soprannominato “biscottone” per il buon numero di pareggi che uscivano dalle sue gare ma negli ultimi anni sono aumentate vertiginosamente le vittorie delle squadre locali… ma noi ci auguriamo un bel biscotto!

Parente alla lontana della bella e brava Margo Valiante cantante americana di successo, ha una spassionata adorazione per l’attrice Gloria Guidi… chapeau!!!!

Ben 21 sono i rigori concessi , 237 le ammonizioni (media 4,09 a partita) e 12 le espulsioni (media 0,21 a partita).

Nessun precedente con il Gubbio, 2 con il Teramo:

- 21/12/2014 Teramo vs Savona 4-0
- 24/10/2015 Teramo vs Prato 3-2
 
WOLF

27/03/2018; 20:38:00

Ben vengano(come giusto) i 4 punti di penalizzazione al Vicenza, ma a noi ci aspettano 5 'finali' che non dobbiamo assolutamente fallire, anche perché c'e' chi ne deve giocare 6 e chi anche 7 di gare di quelle li' sotto...
 
ANATEMA

27/03/2018; 14:07:28

Il Tribunale Federale Nazionale ha inflitto
per violazioni CO.VI.SOC. 4 punti al Vicenza da scontare nella corrente stagione sportiva.
 
v.b.

27/03/2018; 13:45:20

Avanti con (gubbiosa) umiltà
 
Staff

25/03/2018; 22:51:56



Il Report del Piviere
Teramo - Triestina : 1-0

di Staff

molto più che tre punti...

Finalmente si gioisce. Finalmente dopo tempo immemore sugli spalti tornano gli abbracci, i sorrisi e quella voglia di dare tutto fino all'ultima stilla di energia, all'ultimo filo di voce.
Oggi splendidi tutti. La partita perfetta. L'unica condizione possibile per assicurarsi i tre punti. Non esistono mezze misure. Non ci è concesso il benché minimo errore. Tutti in campo sono chiamati a dare il 101% già con il 95% siamo fottuti.
La vittoria di oggi rappresenta molto di più dei tre punti in classifica. E' la conferma che questo atteggiamento è nelle corde dei nostri ragazzi e deve rappresentare la normalità per i prossimi due mesi.
Lo spirito battagliero, la furbizia e la voglia di lanciarsi su ogni pallone hanno fatto la differenza. Squadra ben messa in campo con Sandomenico e Terracino molto attivi sugli esterni. Ottima la prova della difesa con un Milillo faraonico che non ha sbagliato un intervento.
Il centrocampo ha retto benissimo l'impatto contro avversari di ottima caratura. Merito di tutti ma soprattutto del miglior Graziano da inizio stagione. Giocatore che giornata dopo giornata sta crescendo in maniera importante. Le difficoltà proprie della giovane età rimangono, ma l'ardore e la lucidità necessarie per un ruolo nevralgico come il suo iniziano a fare la differenza.
Gondo rimane poco incisivo sotto porta....ma c'è anche da dire che di palloni giocabili ne arrivano veramente pochi. Da lodare l'impegno anche se i duelli sia aerei che palla a terra li perde tutti, sistematicamente. Aspetto che ci preoccupa non poco.
Come sempre affermato. Non servono campioni. Ma giocatori con i “controcazzi”. Rissosi, furbi e cattivi come quelli visti oggi.
Che siano arrivati i tre punti non è affatto un caso. Per la prima volta da inizio campionato siamo stati capaci di non far giocare i minuti di recupero. Stupendo !!!
Un primo passo verso la salvezza è stato compiuto. Ma c'è ancora moltissimo da fare. Gubbio rappresenterà la partita della vita, la svolta di una intera stagione. Troppo importanti questi futuri tre punti, da ottenere contro una diretta concorrente. Troppo importanti per lasciare indifferente l'intera tifoseria biancorossa.
Il TUTTI A GUBBIO non rappresenterà una semplice, quanto scontata, esortazione ma una vera e propria CHIAMATA ALLE ARMI.

L'esodo è un atto dovuto!

Chi ama veramente la città di Teramo e i suoi splendidi colori SABATO non può e non deve mancare. Abbiamo il dovere di rappresentare il dodicesimo uomo in campo. Non è il tempo delle polemiche ma quello della "passione"....quella vera....quella che mette da parte le ostilità e viaggia spedita verso l'obiettivo FONDAMENTALE della salvezza.
Non possiamo mancare.

TUTTI A GUBBIO
FORZA MAGICO TERAMO
FORZA VECCHIO CUORE BIANCOROSSO
 
unamassa

25/03/2018; 19:15:12

andiamo Teramo andiamo Teramo andiamo Teramo
 
Staff

23/03/2018; 21:45:06



Scheda semiseria dell'arbitro della gara
DANIELE VIOTTI di TIVOLI

di Osservatore

Sarà Ritardo a dirigere lo scontro con la Trestina

Sarà l’esperto e 4° anno Daniele Viotti della Sezione di Tivoli a dirigere il match al “Bonolis” contro la Triestina
L’esperto arbitro ha già alle spalle 56 gare con 29 vittorie dei locali, 12 pareggi e 15 vittorie degli ospiti.

Detto simpaticamente “Ritardo” per il bassissimo numero di pareggi che escono dalle sue gare, alcuni amici lo chiamano anche “Biscottone”. Certo è che è un arbitro casalingo.
Pare che il famoso compositore e violinista Giovanni Battista Viotti sia un suo trisavolo, ma non abbiamo documentazione certa.
Molto probabile la parentela con la compianta attrice Patrizia Viotti (una zia?), famosa per alcuni film sexy egli anni 70/80 tra cui “Alla ricerca del piacere” con la bellissima Barbara Bouchet

Sono 231 le ammonizioni (media di 4,12 a partita) e ben 18 le espulsioni (media 0,32 a gara) che ne fanno un arbitro dal cartellino facile e… dal rigore facile; infatti, ben 25 sono i rigori concessi su 56 gare

Nessun precedente con la Triestina, due con il Teramo:

08/11/2015 Teramo vs Arezzo 1-1
26/02/2017 Padova vs Teramo 1-0

Insomma manca l’1…. Speriamo sia la volta buona. Ma ora tocca ai ragazzi riscattare la beffa di Bolzano. Servono 3 punti, 3 maledettissimi punti!!!
 
Staff

22/03/2018; 21:57:24



Il Report del Piviere
Sud Tirol vs Teramo 1-0

di Staff

maledetto Cesarini...

Mentre in città si rincorre nevrotico e spasmodico il chiacchiericcio sussurrato, tipico cittadino, del "non devi dirlo a nessuno questo megasegreto societario", che poi in realtà tutti sanno, perché a Teramo tutti sanno sempre tutto, eccetto noi Pivieri che non sappiamo mai un cazzo, e siamo contenti così, perché noi ci occupiamo solo di fatti di campo, eccoci a commentare l'ennesima beffarda coltellata di SudTirol, arrivata al 93esimo nel modo più imbecille possibile.

Eppure la squadra c'era, aveva tenuto il campo, non meritava la sconfitta. Eravamo li, mancavano gli ultimi 30 secondi per scollinare.
Che sfiga già.... ma i bravi giocatori ludopati gamblisti lo sanno bene che quando fai il torto alla carta, passeranno turni turni e turni, e ancora turni e mani e ancora altri giri di pura merda prima che la carta torni a girare per farti vedere un cazzo di punto decente... Noi siamo cosi, siamo in una mano di pura merda, perché il torto, piaccia o no, qualcuno lo ha fatto.

A UN PASSO DALL'IMPRESA...
PECCATO...
MALEDETTI MAGNE E DURME

Domenica chi ama il 1913 DEVE ASSOLUTAMENTE esserci.

FORZA MAGICO TERAMO
VINCI PER NOI
 
frensis38

21/03/2018; 18:34:26

Calore vattene
 
v.b.

20/03/2018; 22:33:03

Avanti con (tirola) umiltâ
 
Staff

20/03/2018; 22:25:10



Scheda semiseria dell'arbitro della gara
STEFANO LORENZIN di Castelfranco Veneto

di Osservatore

La gara di Sud Tirol a Fertility

Arbitro al 2° anno il Lega Pro, il giovane Lorenzin dirigerà il match tra Sud Tirol e Teramo

Al momento sono 20 le gare dirette, con 10 vittorie dei locali, 4 pareggi e 6 vittorie degli ospiti.

Detto simpaticamente dagli amici “Fertility” a causa della campagna pubblicitaria della Ministra Lorenzin ma anche per la sue innumerevoli conquiste femminili.
Pare sia parente della bella Giulia Lorenzin, Miss Miluna Le Piramidi 2016

Da un punto di vista disciplinare sono 103 le amonizioni (media di 5,15 a gara!) e 3 le espulsioni (media di 0,15).
Sono 5 i rigori concessi.

Nessun precedente con il Ravenna, due con i biancorossi. Curiosità: è la seconda gara, in questa Stagione Sportiva nel girone B, e sempre con il Teramo.

22/10/2016 Teramo vs Albinoleffe 1-3
17/09/2017 Teramo vs Ravenna 3-2
 
Staff

19/03/2018; 22:33:24



Il Report del Piviere
Teramo - Albinoleffe = 0-0

di Staff

dal boato del Poggio alla noia del Bonolis

Siamo sfiniti... il Teramo di quest'anno logora l'anima, logora le menti e mette a dura prova una fede per il 1913 che nonostante tutto rimane incrollabile.
Talmente tanto intenso l'amore per questi colori che dello scempio "ammirato" dai nostri occhi... il cuore, forse per uno spirito di conservazione, continua a far finta di nulla e le presenze al Bonolis sono sempre al minimo sindacale, al cospetto di uno spettacolo indecoroso... a tratti vomitevole.
Anche oggi salutiamo il punto conquistato con una convinta standing ovation. Nulla di più era possibile fare... anche perché l'aspetto fortuna continua miseramente a voltarci le spalle. I ragazzi dal canto loro provano al fare il massimo... ed è proprio questo il VERO DRAMMA.
Andiamo avanti punto dopo punto con la speranza di uscire fuori dal pantano. Sul "come" ne usciremo è impossibile prevederlo.
Anche oggi pochissimi tiri in porta... gioco approssimativo... convinzione quasi nulla. Una deriva che non promette nulla di buono.
Le altre "pretendenti" alla retrocessione, tutte più forti di noi, continuano a fare punti pesanti e sembrano avere uomini e mezzi per un finale di campionato molto difficile. Noi invece…

Ma il vero report, di una giornata in agro-dolce, lo vogliamo regalare al secondo amore dei Vecchi Pivieri, la mitica Poggese. L’unica fonte di gioia di questa maledetta annata.
La mattinata inizia abbastanza presto.
Ospiti (si fa per dire) del suo vulcanico Presidente iniziamo con un semplice sdjiuno.
Panini con la porchetta, il cui porco era stato allevato direttamente nell'atelier di Yves Saint Laurent , mazzarelle teramane, preparate a loro volta in quello parigino della famiglia Gucci e fiumi di birra arrivati direttamente dalla Germania, con un volo charter, hanno accompagnato la sontuosa colazione.
Aggiungiamo per amor di verità che i panini con le mazzarelle erano razionati… si sarebbe capito solo in seguito il motivo di tanta e tale parsimonia.
Alle ore 13.00, con la tensione alle stelle per l’imminente gara della Poggese, contro una non ben definita squadra dei fossi aquilani, il nostro Presidentissimo affonda il colpo di giornata offrendo (si fa per dire) per un parterre di dieci persone ben trentotto porzioni di pasta e fagioli con le cotiche gelosamente custodite all’interno di una pinta di puro cristallo di Boemia con coperchio tempestato di Swarovski.
Servito su letto di piatti di plastica, per contenere i costi, raggiungiamo vette di goduria mai raggiunte. Sensazioni indescrivibili che ci costeranno molto ma molto caro.
Si termina il tour de force con un vassoio di zeppole, ripiene di zeppole (cit.), tantissima genziana e con l’inattesa quanto provocatoria presentazione del salatissimo conto da parte del Presidentissimo. Una tranvata, un calcio nelle palle...c ome sensazione dolorosa paragonabile solo al 4-2 di Fermo
Una doccia gelata per chi aveva riposto in quest’uomo saggio speranze di rivincita per un destino, dal dopo Savona, cinico e... “barò”.
Senza più soldi e con tanta amarezza nel cuore raggiungiamo il “Poggio Stadium”….senza gli accrediti promessi e superati i soliti problemi ai tornelli (la gara era un derby classificata dal GOS come critica) ci posizioniamo nel nostro settore di competenza e iniziamo a stappare le birre acquistate nel Bar del paese, anche queste a nostre spese con gli ultimi spicci rimasti.
(Per gli annali Ultras… segnaliamo la presenza a Poggio San Vittorino dei gemellati bergamaschi).
Tra un brindisi e l’altro ammiriamo le perfette geometrie di gioco di una Poggese in grande spolvero, guidata da un allenatore che tra un “vaffanculo” un “la fregna di memmete” e un “la palla aere bbone... puzza crepà” rivolto ai propri giocatori, motiva la truppa come il migliore degli Special One… comunque sia triangolazioni e tocchi di palla mai visti al Bonolis da due anni a questa parte.
Ci esaltiamo per il fulmineo uno-due che conduce al meritato doppio vantaggio grazie ad un centravanti di trentacinque anni che al cospetto del nostro Gondò appare come la reincarnazione di Mario Kempes. A fine primo tempo e in piena esaltazione ci vediamo costretti ad abbandonare il nostro settore e recarci, dove l’altra parte di cuore ci spinge, alla veglia del “moribondo”.
Il resto è storia. Molto triste ma rimane pur sempre la passione di oltre un secolo di storia e non l'abbandoneremo mai. Costi quel che costi.

P.S. Per la cronaca la Poggese ha poi vinto la sua gara per 2 a 1 . Chapeau !!!

P.S.: Il Teramo non ha perso… doppio chapeau !!!!!
 


AREA RISERVATA
Nickname
Password

Se non hai un account... Registrati

Ciao Bruno Eroe della Est
Ciao Bruno

Ti lasciamo questa pagina che riporta tanti messaggi comparsi sul nostro muro nei giorni della tua tiste scomparsa.

Ciao Bruno, noi non ti dimentichiamo!

Documento senza titolo
Le partite storiche del Diavolo raccontate attraverso i "preziosi tagliandi" e i ritagli di giornale dell'epoca...

Clicca qui

www.vecchivieri.com - il sito dei tifosi del teramo calcio - mail: ultrasteramo@vecchipivieri.com